Sarri: «Sono contento, ho visto segnali di crescita»

sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Maurizio Sarri al termine di Napoli-Cagliari:

Una partita mai partita, quella vista oggi al San Paolo: troppo Napoli e troppo poco Cagliari. I rossoblù sapevano di essere attesi da una sfida proibitiva contro la squadra più in forma della Serie A, e il campo non ha fatto sconti. Colpita a freddo da Hamsik, la formazione di Rastelli si è poi arresa ai colpi di Mertens e Koulibaly. In mezzo tantissimo possesso palla dei partenopei, continue accelerazioni e Cagliari costretto praticamente a stare a guardare. Al termine della gara il tecnico dei campani Maurizio Sarri ha così analizzato il match ai microfoni di Sky Sport: «Dobbiamo pensare alla prossima partita, dopo la sosta giocheremo un trittico di partite contro grandi squadre. Il calendario delle soste per le nazionali è una follia, sarebbe meglio fermare il campionato per un periodo più lungo e raggruppare gli impegni internazionali. Sono contento perché ho visto applicazione e attenzione anche oggi. Abbiamo giocato sette partite di campionato, è ancora tutto relativo e la competitività arriverà confermandoci per tanti mesi. I segnali di crescita ci sono, penso ad esempio ad Hamsik che era stato criticato in modo perfino insensato per un paio di partite giocate non ai suoi livelli. Un bel segnale oggi è stato iniziare il secondo tempo con la giusta grinta, senza rimettere in discussione quanto fatto nel primo. Mertens? A volte dalle difficoltà nascono opportunità, quando abbiamo deciso di trasformarlo in attaccante centrale ha risposto oltre ogni aspettativa».

Articolo precedente
cagliari-napoliNapoli-Cagliari, le pagelle: rossoblù non pervenuti
Prossimo articolo
rastelli cagliariNapoli-Cagliari, Rastelli: «Non potevamo fare di più»