Romagna: «La Juve è stata una scuola, Cagliari la scelta giusta»

romagna
© foto CagliariNews24.com

Filippo Romagna si prepara a sfidare il suo passato: il difensore del Cagliari affronta la Juventus, squadra che lo ha visto crescere

CagliariJuventus per Filippo Romagna è una partita speciale, oggi il giovane difensore centrale veste la maglia rossoblù e affronta il club che puntò su di lui quando aveva appena quattordici anni. Dopo la trafila delle giovanili in bianconero, il giocatore classe 1997 ha mosso i primi passi in B a Novara e Brescia per poi trasferirsi in Sardegna l’estate scorsa, a titolo definitivo, e trovare la sua collocazione nel massimo campionato. Divenuto titolare a suon di prestazioni nel corso del girone di andata, oggi Romagna è un punto fermo del Cagliari e alla Gazzetta dello Sport rimarca l’importanza dei due tecnici che lo hanno seguito in questa avventura: «A Rastelli dirò grazie a vita, ha creduto in me, mi ha fatto esordire da titolare con il Napoli: c’erano degli assenti, mi ha confermato col Genoa, dicendomi ‘Gioca semplice‘. Ora Lopez mi dà tanti consigli».

Il cartellino di Romagna è di proprietà del club rossoblù, un affare tanto importante che in tanti sono rimasti stupiti dalla formula del trasferimento: «Il Cagliari ha mostrato tanto interesse. E infatti ho fatto cinque anni di contratto. Il direttore Rossi era venuto a prendermi a Fano, il presidente Giulini è stato molto bravo. E col mio agente Montipò abbiamo deciso. Dopo Torino e la B a Novara e Brescia, che mi ha fatto bene, ho ritrovato il mare. Impatto pazzesco. I miei adorano il Poetto, è una bella scelta».

Articolo precedente
van der wiel cagliariCalciomercato Cagliari, van der Wiel vicino all’addio
Prossimo articolo
cellinoCellino: «Lopez darà filo da torcere ad Allegri»