Ripresa campionati, Bundes apripista: il quadro in Europa

© foto www.imagephotoagency.it

La Bundesliga fa da apripista: mancano solo le date per il ritorno sui campi in Germania. La situazione di Serie A, Premier League e Liga Spagnola

Con la Ligue 1 francese fuori dai giochi, l’Europa attende di poter tornare a vedere la palla rotolare sui prati. Dopo aver aperto alla possibilità di allenamenti individuali nei centri sportivi, i club italiani stanno gradualmente tornando sui campi. Massima prudenza, anche perchè ancora non c’è un regolamento universale per gli atleti. E manca, soprattutto, un protocollo per la ripresa degli allenamenti di squadra, prevista non prima del 18 maggio. Nel pomeriggio Gravina, presidente della FIGC, incontrerà virtualmente il Comitato tecnico scientifico per discutere del protocollo redatto nelle passate settimane. Intanto il premier Conte ha deciso di esporsi sul tema: prossimamente è atteso un incontro con lo stesso Gravina e Dal Pino (presidente della Lega Serie A). L’esempio per facilitare il ritorno sui campi potrebbe arrivare dalla Germania, che ha ricevuto l’ok dal Governo per il ritorno in campo.

GERMANIA – In Germania ieri sono arrivate le parole della cancelliera Angela Merkel, che ha ufficializzato la ripartenza del calcio tedesco e della Bundesliga in particolare. Oggi è in programma una riunione per decidere la data della ripresa del torneo. Il mirino è sulla metà di maggio: il 15 o il 22. L’ufficialità arriverà, con tutta probabilità, al termine della riunione in programma oggi.

INGHILTERRA – La Premier League attende di conoscere il suo futuro. L’ormai famoso “Project Restart” ha creato una spaccatura tra i club del torneo: le big spingono per tornare sui campi da giugno ma ci sono degli oppositori. Il fronte, nelle ultime ore, si sarebbe allargato con Norwich, Aston Villa e Bournemouth pronte a votare contro il tentativo di ripartenza. La riunione prevista per questi giorni è stata spostata a lunedì: si attende il piano di ripartenza del Governo Johnson, che verrà presentata dal Primo Ministro domenica.

SPAGNA – In Spagna sono partiti test e tamponi ai calciatori de La Liga. L’obiettivo è riprendere il campionato entro fine giugno. Tebas, presidente di Lega, si è espresso così: «Il ritorno del calcio è segno che la società sta viaggiando verso un ritorno alla normalità e rappresenterà uno stimolo per la gente in Spagna e nel mondo che amano questo sport. La salute è fondamentale, abbiamo un protocollo completo per salvaguardare la salute di tutti i soggetti coinvolti. La ripresa del calcio nel nostro Paese è molto rilevante, contribuisce all’1,37% del PIL e genera 185mila posti di lavoro in un momento in cui la situazione economica è diventata la preoccupazione principale»E su Twitter l’account ufficiale ha voluto complimentarsi con la Bundesliga.