Ranieri ritorna a Cagliari

fifa
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri torna a Cagliari da avversario: un viaggio nel passato rossoblù dell’allenatore romano

È uno degli allenatori più stimati nel panorama calcistico italiano; ha allenato squadre di ogni livello, con grande professionalità e dimostrando una grande conoscenza del calcio; ha guadagnato di diritto un posto nell’Olimpo del calcio portando il Leicester dei sogni ad una Premier League che ha del leggendario. Il suo nome è Claudio Ranieri, e nel suo lunghissimo curriculum da allenatore annovera anche i colori rossoblù del Cagliari.

L’ARRIVO – Correva l’anno 1988 quando un giovane Ranieri viene ingaggiato dal Cagliari dopo un’esperienza sulla panchina del Campania Puteolana in C1. Alla prima stagione in Sardegna vince il proprio girone nel campionato di C1 e portando a casa anche una Coppa Italia di Serie C, guadagnando la promozione in cadetteria.

SERIE B – L’anno seguente il tecnico romano rimane al comando dei sardi per il campionato di Serie B: il cammino in Coppa Italia si ferma subito contro la Juventus (poi vincitrice del trofeo), mentre in campionato i rossoblù centrano il terzo posto dietro Torino e Pisa e guadagnano la promozione in Serie A, attesa dai tifosi per 7 anni.

LA SALVEZZA E L’ADDIO Ranieri siede per un ultimo anno sulla panchina del Cagliari: è la stagione 1990/91, dove i rossoblù si posizionano al 14° posto in campionato, ottenendo la salvezza. Nell’estate del ’91 arriva il momento dei saluti: il tecnico di Roma viene ingaggiato dal Napoli, con cui arriva al quarto posto nella stagione seguente prima di essere esonerato nel ’92.

SIR CLAUDIO – Tra le esperienze del giramondo Ranieri ci sono anche squadre inglesi e spagnoli. In particolare nel Paese d’Oltremanica mister Claudio diventa Sir Claudio: così gli inglesi omaggiano la pacatezza ed esperienza dell’allenatore romano. E da vero Sir, Claudio Ranieri non dimentica chi gli ha sempre mostrato rispetto e gli ha permesso di spiccare il volo per diventare uno degli allenatori più apprezzati in Europa. Ranieri non ha mai dimenticato Cagliari (pur non avendo mai nascosto la sua fede giallorossa) e allo stesso modo Cagliari non ha mai dimenticato Ranieri, che in ogni occasione e in cui è tornato nell’Isola da avversario ha dimostrato grande affetto per la Sardegna. Un esempio di questo è la dichiarazione rilasciata dal tecnico, dove affermò che la sua impresa più grande non fu la vittoria del campionato col Leicester, quanto la stupenda scalata dalla C alla A proprio alla guida dei sardi. L’ennesimo ritorno da avversario di un tecnico che, prima di essere un grande allenatore, è un grande uomo. Welcome back, Sir Claudio!

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!