Ragatzu: «Olbia, bella vittoria ma pensiamo a confermarci»

ragatzu olbia cagliari
© foto CagliariNews24.com

Cagliari-Olbia finisce con una vittoria dei bianchi decisa da Daniele Ragatzu, ex talentino rossoblù che a fine gara si è raccontato ai microfoni della stampa

Assist di Murgia, zampata letale di Daniele Ragatzu. In un universo parallelo la scena potrebbe rappresentare un gol del Cagliari, visto che entrambi i giocatori in epoche diverse hanno vestito il rossoblù. Quello che lo ha fatto ai livelli più alti – e con le maggiori aspettative – è proprio Ragatzu, persosi in giro fra diverse avventure non riuscite e ora alle prese con il ritrovamento della sua efficacia con la maglia dell’Olbia. Sta a lui prendere sulle spalle l’eredità lasciata da Cossu e dare fantasia e gol alla squadra di Mereu. Al termine del match di oggi, vinto proprio grazie al suo gol, l’analisi va dalle sensazioni del gol dell’ex alla rotta futura: «Per loro era, come per noi, un test di allenamento. Noi abbiamo avuto la testa giusta perché giocare contro il Cagliari è sempre qualcosa di speciale. Questo vale in special modo per me, visto che gioco nella mia terra. I rossoblù sono la squadra per cui faccio il tifo, anche se in amichevole avrei preferito segnare a qualcun altro; ma l’unico rammarico di oggi è di non aver affrontato Andrea Cossu. Abbiamo dimostrato che ci siamo, ora testa alla Coppa Italia perché è lì che dobbiamo confermarci. Il mio futuro? Resto sicuramente a Olbia, voglio far bene qui e credo che questa squadra giovane possa migliorare ancora. Mi aspetto ancora di più da me stesso. Dal test di oggi ci portiamo dietro una vittoria, senza montarci la testa ma consapevoli che siamo forti».

Articolo precedente
rastelliRastelli: «Il risultato non è importante. Il ritiro di Aritzo? Il bilancio è positivo»
Prossimo articolo
mereu cagliariOlbia, Mereu: «I risultati di agosto non contano, non montiamoci la testa»