Primavera, Canzi: «Peccato ma buono l’approccio»

canzi cagliari primavera
© foto CagliariNews24.com

Sconfitta esterna per la Primavera del Cagliari superata per 2-0 dall’Empoli. Canzi: «È andata così, andiamo avanti, continuiamo a lavorare»

Torna a casa a mani vuote la Primavera di Max Canzi battuta per 2-0 dall’Empoli. Un KO che blocca la corsa dei sardi per la scalata in classifica e che lascia un po’ di amaro in bocca. Nonostante la sconfitta il tecnico dei rossoblù, durante l’intervista rilasciata ai microfoni del Cagliari Calcio, si ritiene comunque abbastanza soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: «La mia squadra ha interpretato bene la partita, con un buon approccio, l’impegno è stato come al solito massimo. A decidere sono stati gli episodi, i gol sono arrivati su due rimpalli: forse il pareggio sarebbe stato un risultato più giusto, ma è andata così, andiamo avanti, continuiamo a lavorare». Il mister degli isolani non nega di aver visto la squadra ad inizio ripresa soffrire un po’ l’abilità dei toscani sulle palle ferme e di aver concesso il gol del vantaggio su errore in fase di impostazione: «Quando provi sempre a costruire dalle retrovie può anche capitare ogni tanto di sbagliare». Ciò che l’allenatore “rimprovera” ai suoi giocatori è la troppa foga nel voler cercare subito il pareggio rendendoli poco lucidi. Le assenze di Ladinetti e Doratiotto? «Sono due giocatori importanti ma chi ha giocato al loro posto ha dimostrato di essere pienamente all’altezza, ho sempre detto che le vittorie e le sconfitte sono figlie del gruppo». Sabato prossimo si vola in trasferta sul campo dell’Atalanta: «Affronteremo probabilmente la miglior squadra del campionato e sulla carta è una partita proibitiva, ma in questo torneo sin qui i risultati a sorpresa non sono mancati. Andremo a giocare la nostra partita cercando di fare il meglio possibile».