I pagelloni del Cagliari 2017/18: Pisacane

pisacane
© foto www.imagephotoagency.it

Secondo campionato di Serie A per Fabio Pisacane, che nonostante qualche periodo buio conferma la sua affidabilità e chiude il torneo in crescendo

La seconda stagione di Serie A, spesso, è più difficile della prima. Le parole di Fabio Pisacane ai nostri microfoni al termine del Trofeo Sardegna erano rivolte all’annata del Cagliari, ma rispecchiano anche la sua stagione. Il terzino dei quartieri spagnoli, dopo l’esordio della passata stagione, ha iniziato il campionato da titolare salvo poi incontrare qualche difficoltà nella via. Il periodo più difficile della sua stagione è stato poco dopo l’inizio del girone di ritorno, quando prima un infortunio e poi l’innesto nella retroguardia dell’esperto Castan gli hanno tolto spazio in campo. Nel finale di campionato, nelle fondamentali gare contro Fiorentina ed Atalanta, Lopez gli ha dato fiducia al fianco di Ceppitelli nel cuore della difesa a quattro.

AFFIDABILITA’ – Il difensore ha dimostrato tutta la sua affidabilità dando dinamicità ad una difesa che spesso aveva sofferto contro avversari veloci. Molto bene nei confronti contro attaccanti sguscianti come Suso e Schick ma anche alle prese con giocatori ben più possenti come Zapata e Cornelius. Un avvio di stagione così così, dove ha alternato prestazioni sufficienti ad altre disastrose (contro Chievo, Crotone e Sassuolo). Al netto di qualche prestazione più che sottotono, la stagione di Pisacane è stata positiva. Nella valutazione pesa, in positivo, la sua capacità di adattarsi ruoli e situazioni riuscendo comunque a mantenere un rendimento sufficiente.

VOTO: 6

Articolo precedente
romagna italia under 21Under 21, oggi in campo l’Italia di Barella e Romagna
Prossimo articolo
cagliari primavera canziPrimavera 2, i convocati di Canzi per la finale playoff