Pereiro: «Il calcio manca, ma prima torniamo alla normalità»

pereiro
© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Gaston Pereiro parla dall’isolamento: il giocatore del Cagliari racconta la voglia di tornare in campo ma solo dopo che si sarà sconfitta l’emergenza Coronavirus

Poche partite, l’ebrezza del primo gol con la maglia del Cagliari e poi la brusca interruzione. Gaston Pereiro vive la quarantena allenandosi a casa e come tutti aspetta che le cose migliorino. L’emergenza Coronavirus ha fermato il calcio sullo sfondo di una crisi sanitaria terribile, un quadro che Pereiro racconta ai suoi connazionali tramite un’intervista rilasciata a La Oral Deportiva: «Non si può uscire e la polizia pattuglia le strade per controllare che tutti stiano a casa. Noi calciatori ci alleniamo fra le mura domestiche, abbiamo un gruppo Whatsapp dove ci vengono date le istruzioni di giorno in giorno. La voglia di tornare in campo è tanta, ma bisogna capire che la situazione è molto seria e la priorità deve essere quella di risolverla per poter tornare alla normalità».

Pereiro fa anche il punto selle sue prime impressioni sulla nuova avventura a Cagliari: «Sono molto felice della scelta che ho fatto, sto bene e sono riuscito a giocare qualche partita prima dello stop. Trovare qui due uruguaiani come Nandez e Oliva è stato bello, mi hanno accolto molto bene. Tutto lo spogliatoio forma davvero un bel gruppo».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy