Palermo, Baccaglini: «Esonero Lopez? Diego qui fino al termine del campionato»

lopez cagliari sondaggio
© foto www.imagephotoagency.it

Nessun esonero in vista in casa Palermo. Sarà Diego Lopez a sedere sulla panchina rosanero alla ripresa del campionato contro il Cagliari

La sconfitta del Barbera contro la Roma e quella sul campo dell’Udinese complicano i piani salvezza del Palermo del neo-patron Paul Baccaglini. Intervenuto ai microfoni di “Tutti Convocati” su Radio 24, il 33enne italo-americano ha spento le voci su un possibile esonero di Diego Lopez, confermando il tecnico sulla panchina rosanero: «Ho un dialogo aperto con l’ex presidente Maurizio Zamparini, ma decido io chi resta e chi lascia Palermo. Diego Lopez è il nostro allenatore, rimarrà qui almeno fino a fine stagione. Zamparini ha le sue opinioni, poi sono io a decidere e a fare le mie valutazioni. Il mondo del calcio ha tante regole che non capisci se non ci metti la faccia». Alla ripresa del campionato sarà dunque ancora Lopez l’allenatore del Palermo. I siciliani, a sette lunghezze dall’Empoli, sognano il sorpasso sulla formazione toscana. «Non so se tutti i nostri giocatori – continua Baccaglini – si sono resi conto del peso che ha la maglia rosanero. In queste ultime nove giornate dobbiamo guadagnarci il rispetto e la fiducia dei tifosi. Questa è la Serie A, se vogliamo mantenere la categoria dovremo mettere in campo ancora più grinta. Salvezza ancora aperta? È solo una questione di testa. Il calendario non è malaccio, all’ultima giornata abbiamo lo scontro diretto contro l’Empoli al Barbera. Poi possiamo anche retrocedere, l’importante è farlo a testa alta». Non solo il presente nella testa di Baccaglini, il presidente pensa anche al futuro, in primis allo stadio. «A breve presenteremo il progetto per lo stadio nuovo. Spero di riuscire a regalare ai palermitani la casa che si meritano», la chiosa dell’esponente del fondo Integritas Capital.