I pagelloni del Cagliari 2016/17: Barella

© foto www.imagephotoagency.it

I margini di crescita sono ancora ampi, ma Nicolò Barella in Serie A ha trovato continuità di utilizzo e di rendimento: la stagione del centrocampista del Cagliari

Ormai da qualche anno dalle parti di Cagliari quando si parla di giovane promessa si pensa immediatamente a Nicolò Barella, che ha catalizzato le attenzioni sin dal vivaio e percorso tutta la trafila delle nazionali giovanili. Dopo l’esordio in giovanissima età due stagioni fa, ancora in quella scorsa il profilo del centrocampista cagliaritano pareva aver bisogno di strutturare la sua carriera attraverso un girone di battaglia trascorso in prestito al Como: missione compiuta e conclusa con l’approdo in pianta stabile al calcio che conta. Quest’anno il talentino fatto in casa ha collezionato 28 presenze trovando maggiori certezze anche sul suo collocamento in campo. Se in passato Massimo Rastelli lo aveva utilizzato per lo più come trequartista, in questa stagione è emersa la maggiore attitudine di Barella per ruoli che gli consentano di legare le due fasi: molto bene da mezzala, così come nella posizione di centrocampista basso davanti alla difesa che ha provato nel finale di campionato. Votato dai nostri lettori addirittura come il miglior giocatore del Cagliari nella stagione appena conclusa, il classe 1997 ha convinto per grinta e personalità unite a una buona tecnica. Peccato per l’infortunio alla mano che lo ha costretto a interrompere anzitempo il Mondiale Under 20, ma il futuro è suo.

VOTO: 7,5

Articolo precedente
rastelli cagliariRastelli, al via la terza stagione consecutiva sulla panchina del Cagliari
Prossimo articolo
I pagelloni del Cagliari 2016/17: Padoin