Nuovo stadio, Signorelli: «Sarà un orgoglio della Sardegna»

© foto CagliariNews24.com

Stefano Signorelli, consigliere d’amministrazione con delega alle infrastrutture del Cagliari Calcio, ha parlato del nuovo stadio del club rossoblù sulle pagine del Corriere dello Sport

Si fanno passi in avanti per il nuovo stadio del Cagliari Calcio. Ieri la Regione Sardegna ha approvato la variante urbanistica e verosimilmente fra un mese potranno partire i lavori per l’impianto provvisorio. La soddisfazione della società, nell’approfondimento dedicato al club rossoblù sulle pagine del Corriere dello Sport, è affidata a Stefano Signorelli, consigliere d’amministrazione con delega alle infrastrutture: «Abbiamo studiato l’esperienza del Colonia, analoga a quella che ci apprestiamo a vivere. Il Sant’Elia ha 47 anni, è ubicato in una zona paesaggisticamente stupenda che guarda il mare, ma nel corso del tempo è diventato obsoleto e fatiscente. Diverrà uno stadio aperto tutto l’anno, ricco di servizi e di comfort. Sarà un orgoglio della Sardegna e di tutto il nostro calcio».

COSTI E TEMPI – Il Corriere dello Sport ha pubblicato anche quelli che dovrebbero essere i costi per i lavori del nuovo impianto che avrà una capienza di 21 mila posti. Verranno investiti oltre 66 milioni di euro tra stadio provvisorio e definitivo. «In aprile – prosegue Signorelli – accanto al Sant’Elia inizieranno i lavori per l’impianto temporaneo. Sarà teatro delle gare dei rossoblù nelle prossime tre stagioni: 16.233 posti, 8 Sky box, l’area bambini, l’area ospitalità, distanza ridotta fra campo e spalti. Contiamo sia pronto per settembre; secondo la nostra tempistica, il cantiere del nuovo Sant’Elia aprirà, invece, nel 2018. L’obiettivo è inaugurare nel 2020, l’anno del Centenario».