Mondiali U20, l’Italia di Pellegrini contro la Polonia di Walukiewicz

mondiale
© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia di Luca Pellegrini sfiderà domani i padroni di casa della Polonia di Walukiewicz negli ottavi di finale dei Mondiali Under 20. Una sfida a tinte rossoblù

Domani alle 17:30 l’Italia Under 20 di Luca Pellegrini sfiderà i pari età della Polonia di Walukiewicz al Gdynia Stadium negli ottavi del Mondiale Under 20. Chiuso il girone B al primo posto dopo le affermazioni su Messico ed Ecuador ed il pareggio contro il Giappone, gli azzurrini incontreranno agli ottavi i padroni di casa, qualificati tra le quattro migliori terze dei gironi.

SFIDA A TINTE ROSSOBLU – Una sfida che interessa da vicino l’ambiente Cagliari Calcio, considerato che si sfidano gli unici due elementi rossoblù presenti alla rassegna iridata polacca: Pellegrini è ancora formalmente un calciatore dei sardi, anche se al termine del mondiale tornerà alla Roma dopo i sei mesi in prestito. Resta aperto lo spiraglio di un ritorno sull’isola: il club isolano sta valutando le possibilità di riportarlo in rossoblù. Nella Polonia ci sarà invece Sebastian Walukiewicz, acquistato a gennaio dal Pogoń Szczecin e lasciato in prestito ai polacchi sino al termine della stagione. Dopo un esordio da dimenticare, il classe 2000 e la sua selezione hanno fornito una prestazione convincente nell’ultimo turno contro il Senegal. Lo 0-0 scaturito dalla gara contro gli africani aveva messo a repentaglio il passaggio del turno ma alla fine, considerati i risultati avversari, i 4 punti raccolti sono bastati alla squadra ospitante per guadagnare gli ottavi.

VERSO ITALIA-POLONIA – Per il match di Gdynia, circa 40 km da Danzica, si prevede il sold out. Il commissario tecnico azzurro Paolo Nicolato ha evidenziato lo spessore della gara di domani: «Sarà una bellissima partita contro una squadra molto forte e per i ragazzi sarà un’esperienza molto importante: per loro sarà molto stimolante giocare di fronte a un grande pubblico e contro la squadra di casa». Lo scorso novembre l’Italia si sbarazzò dei polacchi con un secco 3-0, ma Nicolato avverte: «Hanno cambiato circa il 50% degli elementi, anche noi non siamo più gli stessi di allora. Sarà un’altra partita, affronteremo una squadra molto potente, dalle grandi qualità fisiche, motivata e spinta dal proprio pubblico. Hanno una buona organizzazione di gioco e con merito sono arrivati sin qui, tanto quanto lo abbiamo meritato noi».