Milan, vittoria per 1-0 e prove di 3-5-2 nel playoff di Europa League

© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan ha battuto senza problemi lo Shkendija anche nel ritorno dei playoff di Europa League. Nell’1-0 in Macedonia, Montella ha lasciato spazio a tanti giovani provando il 3-5-2

Senza Gigi Donnarumma, Musacchio, Rodriguez e Calhanoglu, rimasti in Italia, e tanti big in panchina come Kessie, Borini e Suso (entrato nella ripresa), il Milan ha archiviato facilmente la pratica Shkendija. I rossoneri, forti del 6-0 dell’andata, hanno vinto 1-0 il ritorno dei playoff di Europa League in Macedonia, grazie al gol del solito Cutrone, vera e propria sorpresa di questo inizio di stagione con tre reti tra preliminari e campionato. La squadra di Montella è ora ufficialmente qualificata alla fase a gironi di Europa League. Il tecnico ne ha approfittato per concedere spazio ad alcuni giovani, come Calabria, Mauri, Locatelli, Zanellato e il subentrato Gabbia, ma anche alle riserve come l’ex rossoblù Marco Storari, Zapata, Antonelli e Abate. Tra i big titolari, il neocapitano Leonardo Bonucci, Romagnoli (rientrante da un infortunio) e l’attaccante portoghese Andre Silva. A decidere la partita però è stato un giovane che si è conquistato a suon di gol i galloni da titolare, ovvero Patrick Cutrone. Tra le novità proposte da Montella, c’è stato anche il cambio modulo, ovvero il 3-5-2. Sembra ancora presto però per proporlo in campionato. Domenica a San Siro contro il Cagliari, per la seconda giornata di Serie A in programma alle 20.45, il Milan dovrebbe tornare a giocare con il solito 4-3-3 e con tutti i titolari in campo, rimasti a riposo nel match di ieri in Macedonia.

Articolo precedente
Cassano: «Torno a giocare solo per il Cagliari e l’Entella»
Prossimo articolo
cagliariCagliari, seduta mattutina: nuovo stop per Deiola