Matri si racconta: «Felice di far parte della storia del Cagliari»

© foto www.imagephotoagency.it

Alessandro Matri racconta la sua esperienza al Cagliari: «Felice di far parte della storia dei rossoblù. L’unico rammarico la frattura coi tifosi»

Alessandro Matri si è ritirato da poco del calcio giocato. L’attaccante ha un passato glorioso al Cagliari e si è raccontato ai microfoni de La Nuova Sardegna. Ecco le sue dichiarazioni sull’esperienza rossoblù:

«Il centenario è un bel traguardo di una società seria, organizzata, con tanti progetti. Un club che se riesce a costruire lo stadio nuovo può fare il salto di qualità. Io mi sono trovato immediatamente a mio agio in quel gruppo, con un allenatore, Marco Giampaolo, che ha creduto in me. Finché c’è stato lui giocavo, poi facevo fatica a trovare spazio, ci ho messo un anno per diventare titolare. Contro la Lazio ho segnato il goal numero 1000 della storia rossoblù. Di quella rete, di testa su cross di Agostini, ho la foto in camera. Mi fa piacere avere un piccolo spazio nella storia del Cagliari ma la cosa più bella resta aver eguagliato il record di Gigi Riva (sette gare consecutive a segno ndr). Lui è un monumento del calcio, per me è un onore essere riuscito in questa grande impresa. L’unico rammarico la frattura con i tifosi, mi fa male».