Maran: «Siamo troppo fragili e manchiamo di convinzione»

© foto CagliariNews24.com

L’allenatore del Cagliari Rolando Maran ha parlato dopo la sconfitta per 3-0 in casa del Sassuolo

Ennesima trasferta amara per il Cagliari, battuto anche dal Sassuolo per 3-0 (qui la cronaca della partita). Locatelli, Babacar e Matri hanno deciso il match. Al termine della partita, il tecnico dei rossoblù Rolando Maran ha commentato la sfida provando a spiegare i motivi della sconfitta della sua squadra nella sala stampa del Mapei Stadium.

LE DICHIARAZIONI«Siamo partiti con il piede giusto. Purtroppo però in questo momento siamo fragili, è arrivato l’episodio negativo andando sotto e non siamo più riusciti a dare continuità a quello che stavamo facendo. Lavoriamo una settimana a preparare le partite, non può bastare un episodio negativo a cambiare la gara e condizionarci. Dobbiamo uscirne subito, non dobbiamo accettarci così. La mia squadra non può avere queste caratteristiche. Devo intervenire per evitare che accadano queste cose. Questo vuol dire che oltre agli aspetti tecnici devo tenere conto anche di quelli caratteriali dei singoli giocatori. Devo essere bravo a dare determinate certezze. Non dobbiamo buttare le partite in questo modo, poi se gli altri sono più forti tanto di cappello. La classifica? Non è questione di classifica, è una questione nostra. Vogliamo fare prestazioni diverse, perché agli obiettivi ci arriviamo attraverso le prestazioni. Contro l’Atalanta ci mancherà Nicolò (Barella sarà squalificato, ndr), ma in questo momento abbiamo già sei o sette assenze. Bradaric non era neanche in panchina, Birsa aveva la febbre. In questo momento lo paghiamo, con sette giocatori abbiamo un potenziale in meno. Non è detto per alibi ma per analisi. Ma chi andrà in campo lunedì lo farà col piglio giusto. Ritiro? Sono aspetti che valuteremo noi. Se batti 12 angoli a 4, se tieni il possesso palla per più del 50%, se fai una mole di gioco del genere, vuol dire che bisogna avere più convinzione nell’andare a far male. Mercato? Mi concentro sui giocatori che ho, poi vedremo cosa succede i prossimi mesi».


LEGGI LE PAGELLE DI SASSUOLO-CAGLIARI