Cagliari, Maran: «Gara importante. Pavoletti sta bene, Birsa parte alla pari»

maran sassuolo-cagliari
© foto CagliariNews24.com

Vigilia di Cagliari-Empoli, la conferenza stampa di Rolando Maran: «Gara importante, dipende da noi. Birsa parte alla pari con gli altri, Pavoletti sta bene»

Dopo la sosta torna la Serie A. Domani il Cagliari ospiterà l’Empoli alla Sardegna Arena nel posticipo delle 18, gara delicata per entrambe le compagini. Sardi e toscani vanno a caccia di punti per riprendere slancio dopo un periodo grigio, caratterizzato da tante difficoltà e pochi passi avanti in classifica. In mattinata Rolando Maran ha presentato il match ai media. Dalle condizioni della squadra al tipo di gara che chiede ai suoi, passando per le inevitabili insidie del match: di seguito le dichiarazioni del mister rossoblù.

Cagliari-Empoli, la conferenza stampa di Maran

Inizia la conferenza stampa del tecnico rossoblù: «La partita di domani è importante, vogliamo ripartire bene. Ricordiamo la gara dell’andata che è uno stimolo in più perché non siamo stati bravi in quella occasione. Incontriamo una squadra difficile da incontrare per come interpreta le partite, serviranno lucidità e determinazione. Passa tutto attraverso di noi. La sconfitta con l’Atalanta ha lanciato segnali comunque positivi, era da un po’ che non vedevo il Cagliari mantenere distanze e resa per tutta la gara. Dobbiamo capitalizzare di più, con la consapevolezza che la prestazione era migliore delle precedenti».

LA GARA – «Ci aspettano tre gare importanti ma pensiamo a una alla volta. Mettiamo in campo la giusta rabbia perché la sconfitta della settimana scorsa deve restarci di traverso. L’Empoli concede poco, le squadre di Iachini sono battagliere. Non faccio paragoni fra lui e Andreazzoli, troveremo una squadra quadrata che cercherà di farci giocare male. Quando parlo di pazienza intendo aggressività abbinata alla calma. La partita è talmente importante che non permetto alle voci di mercato di turbarci. Non mi va di fare bilanci prima di una gara, preferisco pensare al futuro. Siamo cresciuti da inizio campionato, sono più le cose positive di quelle negative».
LA SQUADRA – «Birsa parte alla pari con gli altri, ha la fortuna di conoscere già cosa voglio e questo accelera le cose. L’equilibrio con Birsa e due punte? Tutto dipende dalla partecipazione di tutti e dall’atteggiamento. Joao Pedro può giocare punta o trequartista, dipende dalle esigenze. Per domani in difesa ho Pisacane e RomagnaKlavan non c’è, Andreolli ha qualche problemino e non so se sarà convocato (qui la lista dei convocati). Farias sta lavorando come si deve. Io guardo il campo e lui lì sta impegnandosi a fare tutto quello che gli chiedo. Chi fa così può sempre essere utilizzabile. Pavoletti sta bene, si è allenato con continuità tutta la settimana dopo aver smaltito la botta rimediata con l’AtalantaRendere il Cagliari meno Pavoletti-dipendente è difficile in questo momento anche per via di infortuni e contingenze varie. In generale è possibile, il Cagliari ha tutto per fare a meno di un giocatore».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato Sergio Cadeddu


Articolo precedente
Cagliari-Empoli, Iachini: «Capezzi non ancora out, Zajc un’arma in più»
Prossimo articolo
cagliari-empoli zajcCagliari-Empoli, i convocati di Iachini: c’è Capezzi, out La Gumina