Maran: «Vittoria di cuore e lucidità. Contento per Cerri» – VIDEO

Maran legge Cagliari-Sampdoria. I rossoblu hanno agguantato un successo che sembrava impossibile al termine di una gara ricca di colpi di scena

Una gara infinita, ricca di colpi di scena, che alla fine ha portato i tre punti al Cagliari. I rossoblu si sono dimostrati più forti degli episodi negativi e sono riusciti a ribaltare la gara contro la Sampdoria, che sembrava segnata. Al termine del match ha parlato Rolando Maran ai nostri microfoni in mixed zone.

LE PAGELLE DELLA PARTITA

MIXED «Abbiamo cominciato bene, facendo un primo tempo incredibile. Uno dei primi tempi migliori di quest’anno. Ci siamo ritrovati 2-0 subito a inizio secondo tempo in una gara che stavamo dominando. Il calcio però è questo. Poi sono venute altre caratteristiche. Non abbiamo mollato, ci abbiamo sempre creduto. Sono venute fuori le giocate dei singoli che ci hanno dato la qualità necessaria per superare il momento difficile. Lo stadio ha spinto la squadra dall’inizio alla fine perché ha visto che stava mettendo tutto. L’apoteosi finale con il gol di Alberto è il giusto premio per questo ragazzo. In questa rimonta c’è stata sia ragione che sentimento. Abbiamo messo grande cuore senza perdere la testa. Loro concedevano spazio sugli esterni stringendo le linee. Abbiamo spinto dall’inizio alla fine credendo in quelle giocate che abbiamo preparato in settimana. Spero di vincerne tante se non tutte, ma anche con meno pathos altrimenti muoio presto».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato alla Sardegna Arena Sergio Cadeddu

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER DI CAGLIARINEWS24

SKY «Era incredibile essere sotto – le parole del tecnico ai microfoni di Sky Sport – c’è stato grande cuore e grande lucidità. Ed anche una grande gara dei singoli. Poi c’è stato un grandissimo gol di Cerri: se lo meritava, ha sempre lavorato. Questo gol lo ripaga di tante amarezze. Sembrava finita ed invece abbiamo avuto cuore per trovare la vittoria alla fine. Portiamo a casa tre punti importantissimi. Devo fare i complimenti ai ragazzi. Non mollare era difficile, non lo abbiamo mai fatto. Siamo stati bravi a mettere in difficoltà la Sampdoria per tutta la partita. Sapevamo che i numeri non sbagliano, con Ranieri hanno subito poco ed è stato difficile. Farli correre ci ha premiato verso la fine quando abbiamo avuto più spazio sugli esterni. Incontrare oggi la Sampdoria è complicato. Nainggolan? E’ incredibile: al di là delle giocate ha una capacità di lettura importante. E’ un riferimento per tutti. E’ un piacere allenarlo, al di là delle giocate sta mettendo partecipazione. Giudicarlo come giocatore è troppo facile, ma non è solo quello. E’ un top, e la cosa bella è come si è calato in questo gruppo con una semplicità estrema».