Cagliari, Maran: «Prestazione maiuscola, continuiamo così» – VIDEO

Le parole di Maran al termine di Cagliari-Fiorentina: «Tutti danno il massimo, cerchiamo di ripagare l’affetto dei tifosi»

Vittoria scoppiettante contro la Fiorentina e terzo posto in classifica momentaneo. Rolando Maran si gode il momento: «I complimenti fanno piacere, è il frutto di un lavoro quotidiano della squadra e della società: si cerca di mettere ogni giorno un mattoncino per migliorare. Oggi la prestazione è stata maiuscola: qualità, ferocia, voglia, entusiasmo, giocate dei singoli. Stiamo vivendo la cosa con grande partecipazione da parte di tutti, possiamo alimentare la nostra crescita: vogliamo stupire e divertirci. I margini della squadra? Saranno determinati dalla nostra applicazione, dobbiamo cercare di migliorare in tutti gli aspetti con determinazione. Il lavoro di squadra esalta le capacità del singolo. Non abbiamo avuto tanto tempo per lavorare sul modulo, ovviamente poi tutto dipende dall’avversario. Attraverso queste prestazioni possiamo accelerare la nostra crescita, lo vedo di giorno in giorno in settimana. Non dobbiamo accontentarci di quanto fatto oggi. La sosta? Sarebbe meglio continuare, senza fermarci. Ma dopo la sosta giocheremo sei gare in ventotto giorni, quindi dobbiamo approfittare della sosta. I due gol finali mi hanno fatto arrabbiare molto, dobbiamo evitarli, ma cresceremo. L’entusiasmo? Si cavalca: se alimenta il lavoro settimanale è positivo, non dobbiamo adagiarci».

Video del nostro inviato Sergio Cadeddu

Al termine di Cagliari-Fiorentina 5-2, Rolando Maran si è presentato ai microfoni di DAZN. Sorrisi e complimenti alla sua squadra, ma anche qualche bacchettata: «Anche le più rosee previsioni non eravamo così in alto. Viviamo il momento con soddisfazione e gioia, c’è una città ed una regione che ci sta spingendo, cerchiamo di ripagare questo affetto in campo. Dobbiamo continuare così, senza guardare altro: deve essere una sfida con noi stessi. Se questo entusiasmo porta ad allenarci così, fa solo bene. Tutti stanno dando il massimo. Poi vengono fuori le qualità dei ragazzi, abbiamo visto dei gran gol. Non dobbiamo però smettere di giocare, come fatto alla fine. Peccato aver preso gol. Sembrava tutto semplice, ma la Fiorentina è una squadra difficile da affrontare. Nainggolan? Gli ho detto che ha fatto un altro gol brutto. Radja non sorprende per queste giocate, anche se in realtà sono delle perle che meritano solo applausi. Credo che abbiamo margini di miglioramento ovunque, dobbiamo essere tormentati dalla voglia di migliorarci. Oggi nella gestione avremmo dovuto essere meno leggeri, non sempre puoi segnare cinque gol. Dobbiamo sempre mantenere questo atteggiamento, questa squadra sa che è l’unica strada possibile per continuare così. Se ci si ferma si regredisce, non dobbiamo adagiarci: servono grandi motivazioni per tirar fuori sempre di più».