Lykogiannis: «Ho scelto Cagliari per la storia del club» – FOTO

© foto CagliariNews24.com

Dopo Castan e Ceter, oggi è il turno di Charalampos Lykogiannis. L’esterno sinistro greco, arrivato dallo Sturm Graz, si è presentato nella sala stampa della Sardegna Arena

Charalampos Lykogiannis si presenta. Il nuovo esterno sinistro del Cagliari Calcio ha parlato oggi per la prima volta da giocatore rossoblù. Dopo Leandro Castan e Damir Ceter è toccato a lui. La conferenza del giocatore greco, prelevato a titolo definitivo dagli austriaci dello Sturm Graz durante questo calciomercato invernale, è iniziata poco dopo le 12 nella sala stampa della Sardegna Arena. Lykogiannis (qui il profilo) è arrivato all’aeroporto di Elmas nella giornata di giovedì, mentre l’ufficialità è giunta solo ieri, con la firma sul contratto che lo legherà al Cagliari fino al 2022. Indosserà la maglia numero 22 che fu di Borriello.

CONTENTO DI ESSERE QUI – «Sono molto contento di essere qui. Sono a Cagliari da qualche giorno e già non vedo l’ora di iniziare a giocare con i miei nuovi compagni. Ho saputo dell’interesse del Cagliari a dicembre, la società mi voleva e io sono stato felice di accettare. Ho parlato con Tachtsidis e Oikonomou, mi hanno parlato della grande storia del club e della sua tifoseria. Sono felice di fare questa esperienza. Per me è un passo importante nella mia carriera, la Serie A è un campionato di alto livello: so che è un calcio difficile, voglio migliorare giorno per giorno».

RUOLO E CROTONE – «Sono un giocatore molto veloce e fisicamente forte, la mia posizione preferita è laterale sinistro, anche se in passato ho giocato anche come centrale. Crotone? Sono qui per lavorare con i miei compagni e con mister Lopez, sarà lui a dire quando sono pronto».

SALVEZZA – «So che il Cagliari sta attraversando un momento un po’ difficile, io voglio dare il mio meglio per aiutare il club a raggiungere l’obiettivo della salvezza. Mi piacciono le sfide impegnative, Cagliari e la Serie A sono un passo importante per me. So che questo calcio è difficile, ma metto prima di tutto l’obiettivo della squadra e poi il mio percorso personale».

MODELLI E AVVERSARI – «Il giocatore che ammiro di più? Diciamo che Dybala per un difensore è una sfida difficilissima da affrontare. Un giocatore a cui mi ispiro? Mendy del Manchester City, ma ora è infortunato quindi dico Roberto Carlos».

SCELTA – «Quando hanno saputo dell’interesse del Cagliari nei miei confronti, in tanti mi hanno parlato bene di questa scelta. Karassavidis mi ha detto splendide cose, il suo contributo per me è stato importante. Ci sono state altre richieste dall’Italia, ad esempio il Crotone, ma ho scelto Cagliari perché è un grande club dalla storia importante: quando ho saputo dell’interesse non ho avuto dubbi».

GRECIA – «Ho tanti bei ricordi dell’Olimpiakos, lì ho fatto la trafila delle giovanili fino ad arrivare al calcio dei grandi. È una parte importante della mia vita. L’esordio con la maglia della Grecia è stato un momento molto emozionante».

CONDIZIONE E GOL – «Sono qui per migliorare e lavorare bene ogni giorno, naturalmente sono pronto da subito per quando il mister vorrà farmi scendere in campo. Credo di essere in condizione già da subito, ma spetta al tecnico decidere per il meglio. I gol in carriera li ho trovati spesso con i calci di punizione, ma mi piace anche tirare da fuori».

Dichiarazioni riportate dal nostro inviato Sergio Cadeddu

Articolo precedente
serie a calendario cagliariSerie A, Cagliari: si assottiglia il vantaggio sul terzultimo posto
Prossimo articolo
pavoletti cagliari pavo-songPavoletti e Barella, ecco le squalifiche