Chi è Lykogiannis, il nuovo esterno del Cagliari

© foto CagliariNews24.com

Il profilo di Charalampos Lykogiannis, nuovo esterno del Cagliari: dagli inizi all’Olympiakos alla consacrazione in Austria con lo Sturm Graz. Ora la chance in Serie A

È Charalampos Lykogiannis uno degli ultimi colpi del calciomercato invernale del Cagliari. Individuato circa poco più di una settimana fa come il tassello giusto per rinforzare la squadra di Lopez sulla corsia mancina, il ds Rossi ha iniziato a trattare con lo Sturm Graz raggiungendo persino i vertici del club austriaco a Marbella, sede del ritiro invernale dei neri. Ed è proprio durante la missione spagnola che il ds ha strappato il sì del club austriaco. Giovedì l’arrivo in città del giocatore, oggi l’ufficialità e la firma fino al 2022.

CHI È LYKOGIANNIS –  Classe ’93, Lykogiannis intorno ai tredici anni è entrato nelle giovanili dell’Olympiakos, club della sua città e tra i più prestigiosi della Grecia. L’esordio tra i grandi arriva nel gennaio del 2012, quando il difensore gioca i 9′ finali della sfida di Coppa di Grecia tra Olympiakos e Panionios. Rotto il ghiaccio, nella stagione successiva il ventenne difensore colleziona 6 presenze tra campionato e coppa nazionale, accumulando una manciata di minuti anche in campo europeo (Champions ed Europa League).

I PRESTITI – Il prodotto del vivaio è promettente, ma ha bisogno di giocare con continuità: ecco allora il prestito nel 2013/14 al Levadiakos. In maglia verde-blu Lykogiannis tocca quota 22 presenze in campionato ed una in Coppa di Grecia. La stagione successiva passa, sempre in prestito, dall’Olympiakos all’Ergotelis: mette insieme lo stesso numero di presenze – coincidenza – della stagione precedente (22 in Super League ed 1 in Kypello Elladas). Ma fa un nuovo passo avanti: con i gialloneri segna il primo gol tra i professionisti e chiude la stagione anche con un assist all’attivo. Di ritorno all’Olympiakos nell’estate 2015, il difensore passa a titolo definitivo agli austriaci dello Sturm Graz.

LO STURM GRAZ – La sua prima stagione in Austria non inizia nel migliore dei modi, un infortunio ne compromette l’inserimento in squadra. Ma dopo essersi ripreso, riesce a convincere il tecnico Franco Foda, che gli dà fiducia schierandolo con costanza nell’11 iniziale. L’unico gol messo a segno in stagione risale proprio all’esordio da titolare, contro il Salisburgo. La stagione seguente è quella della definitiva consacrazione in terra austriaca: Lykogiannis è sempre in campo eccetto in due gare (saltate per squalifica) ed aumenta il numero di reti segnate portando a tre il suo record personale. Tre anche gli assist realizzati a fine stagione. Confermato in rosa, quest’estate Lykogiannis ha iniziato la sua terza stagione allo Sturm Graz. A settembre è anche arrivata la prima chiamata, con esordio, in nazionale maggiore. Nei primi sei mesi della Bundesliga austriaca in corso ha già segnato 2 reti ma il risvolto interessante, in ottica Cagliari, è il suo utilizzo anche al centro della difesa (6 gare da difensore centrale sulle 17 disputate). Nel 5-4-1 (o 3-4-3 in fase offensiva) del tecnico Heiko Vogel Lykogiannis ha giocato, salvo emergenze in difesa, sulla fascia sinistra. Lo stesso ruolo che ricoprirà in Sardegna agli ordini di Lopez. Qui il suo ultimo gol con la maglia dello Sturm, risalente allo scorso novembre, che ha regalato al 93′ la vittoria ai suoi:

LYKOGIANNIS AL CAGLIARI – Dopo le ottime stagioni allo Sturm Graz, per Lykogiannis si sono aperte le porte della Serie A. L’esterno greco, come detto, può anche giocare da centrale di sinistra in una difesa a tre ma salvo emergenze – ed ambientamento permettendo – sarà l’esterno sinistro del 3-5-2 di Lopez. Nelle esperienze passate ha messo in mostra, oltre alla struttura fisica prestante (186 centimetri per quasi 80 chilogrammi), una buona tecnica di base, predisposizione al cross ed un sinistro educato: nel corso dell’esperienza di Graz ha anche calciato qualche punizione (due a segno). Il suo arrivo in rossoblù permetterà nel lungo periodo a Padoin, sinora impiegato con buoni risultati da esterno sinistro, di infoltire il settore interni ed essere a disposizione per dare fiato a Cigarini, Barella e Ionita.

Articolo precedente
milanCagliari-Milan, altro caso da Var: da annullare il 2-1 di Kessie – FOTO
Prossimo articolo
CagliariNews’ Award, contro il Milan brilla Cragno