Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Luis Oliveira a Radiolina: «Inimmaginabile pensare il Cagliari in questa situazione»

Andrea Cerrato

Pubblicato

su

Luis Oliveira, ex attaccante del Cagliari e attuale allenatore, ha parlato nel corso della trasmissione “Il Cagliari in diretta” in onda su Radiolina. Le sue parole

Luis Oliveira, ex attaccante del Cagliari, è ospite della trasmissione “Il Cagliari in diretta” in onda su Radiolina e Videolina. Cagliarinews24.com ha seguito in diretta le sue dichiarazioni.


CAGLIARI – «È una situazione pericolosissima. Penso che tutto il Cagliari non immaginava di essere in questa situazione in questo momento, soprattutto con la squadra che ha che potrebbe lottare per obiettivi più alti. Sono successi un po’ di casini secondo me, con Di Francesco il quale non è riuscito a dare continuità al suo lavoro perchè quando cambi tanto nel tuo modulo di gioco vuol dire che non sei sicuro di te stesso o i giocatori non funzionano. Ma la tattica c’entra poco, in campo vanno i giocatori che possono fare molto di più».

AMORE – «Il Cagliari è la squadra a cui sono più legato nella mia carriera perchè ho avuto un rapporto importante nello spogliatoio, anche nelle difficoltà. Ma in quei momenti sono stato sereno perchè avevamo un capitano che ci dava tranquillità. Ovviamente era un calcio diverso di questo, il campionato italiano era il numero uno in quegli anni».

CARLO MAZZONE – «Per fortuna c’era Francescoli che mi ha aiutato tantissimo in quel periodo e siccome lui sapeva il francese mi ha aiutato molto. Io non capivo perchè Mazzone fosse arrabbiato con me poi mi hanno detto era perchè avevo i capelli lunghi e l’orecchino ma alla fine mi ha dato tantissimo, è un uomo buono. Ho provato anche a capire cosa volesse da me, alla fine credo di essere riuscito a darglielo visto che ogni volta che entravo dalla panchina facevo sempre gol e mi sono guadagnato la maglia da titolare». 

TIFOSI – «I tifosi contano tantissimo, quando una squadra è in difficoltà o sta perdendo…quando i tifosi iniziano a farsi sentire in campo l’energia si moltiplica e questo può far vincere delle partite».

ALLEGRI – «Di calcio ne sa tantissimo, non ho mai pensato che sarebbe potuto diventare quello che è attualmente. Pensare che sarebbe arrivato dove è arrivato lui non l’ho mai pensato». 

CAGLIARI ATTUALE – «Se c’è qualcuno che nel Cagliari attuale che mi assomiglia? Nessuno».

SALVEZZA – «Ha grandissime possibilità, credo che sia arrivato il momento dove i giocatori devono pensare che il Cagliari deve salvarsi, per forza. Devono dare molto di più di quello che stanno dando attualmente. La squadra ha giocatori importanti per uscire da questo momento difficile».

GOL PREFERITO CON IL CAGLIARI – «Il gol contro la Juve, fatto poco al di là del centrocampo che hanno annullato perchè si sa in quegli anni…ma era regolarissimo e l’altro gol sempre contro la Juve in Coppa Uefa»

Advertisement