Serie A, probabile contemporaneità nelle ultime due giornate: lunedì la decisione

serie a diritti tv calciomercato
© foto www.imagephotoagency.it

Il dg della Lega Serie A Brunelli interviene sulla questione contemporaneità negli ultimi due turni: «Lunedì la decisione»

A proposito dell’indiscrezione lanciata sulle pagine dell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, secondo cui per gli ultimi due turni di Serie A si farà uno strappo alla regola stabilendo la contemporaneità delle gare, è intervenuto Marco Brunelli. Raggiunto da Radio Crc, il direttore generale della Lega ha fatto chiarezza sulla questione, non smentendo – tutt’altro – la notizia lanciata dalla rosea: «Ci siamo riservati la pubblicazione della penultima giornata di campionato perché abbiamo dei regolamenti che riguardano i contratti televisivi da rispettare e concordati preventivamente con le società. In base a tali contratti, siamo obbligati alla contemporaneità solo nell’ultima giornata, ma negli ultimi anni abbiamo fatto giocare insieme le squadre che lottano per lo stesso obiettivo per cui teniamo questi precedenti come indizio di ciò che faremo e che riguarderà, però, solo la penultima giornata. Lunedì la Lega Serie A si riunirà, deciderà e pubblicheremo gli orari. La decisione di garantire la contemporaneità solo nell’ultima giornata è stata presa da molto tempo dai 20 presiedenti di serie A e la proposta è stata accettata dalle televisioni. Nella penultima gara, invece, non avendo ancora ufficializzato il programma, la Lega ha l’ultima parola».

Per le ultime due giornate del campionato di Serie A è probabile la disposizione di “blocchi” di gare in base agli obiettivi di classifica: la decisione della Lega – 26 aprile, 16:18

Per gli ultimi due turni del campionato di Serie A saranno probabilmente varati dei “blocchi” di gare in base agli obiettivi di classifica per garantire la contemporaneità dei match. E’ quanto ha deciso la Lega, venendo incontro alle richieste del Napoli (De Laurentiis chiese la contemporaneità nelle ultime quattro giornate), come sottolineato dalla Gazzetta dello Sport. Una decisione, però, legata non soltanto al duello scudetto tra Juventus e Napoli: in gioco, in queste ultime quattro giornate, ci sono ancora posti per Champions ed Europa League, senza dimenticare la lotta salvezza, più accesa che mai. Lotta salvezza in cui è invischiato anche il Cagliari: nelle prossime settimane si conosceranno, in base a come si delineerà la classifica, gli orari delle gare degli ultimi due turni di campionato. Non si tornerà, dunque, alle ultime quattro giornate in contemporanea (come sino al 2008), ma è sicuramente un passo in avanti rispetto al calcio-spezzatino a cui un po’ tutti si sono ormai abituati: nel 2009/10 l’ultima volta che – da regolamento – si giocarono le ultime due giornate in contemporanea.

Articolo precedente
Sampdoria-Cagliari, i precedenti: l’ultima vittoria nel 2012 – VIDEO
Prossimo articolo
farias cagliariFarias e Cossu di nuovo in gruppo. Terapie per Miangue