Lecce-Cagliari 2-2, le pagelle: doppia follia Cacciatore-Olsen

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lecce-Cagliari 2-2, tredicesima giornata della Serie A 2019/20, in diretta: le valutazioni dei protagonisti dello stadio Via del Mare

LECCE (4-3-1-2): Gabriel 6, Rispoli 5.5 (87′ Dubickas s.v.), Rossettini 6 (57′ Meccariello 6), Lucioni 6, Calderoni 7; Petriccione 6, Tachtsidis 4.5, Tabanelli 4.5; Shakhov 5 (69′ Farias 7); La Mantia 5, Lapadula 6.
A disposizione: Vigorito, Bleve, Riccardi, Vera, Benzar, Farias, Gallo, Lo Faso, Dell’Orco, Imbula.
Allenatore: Liverani 6.5.

CAGLIARI (4-3-2-2): Olsen 6; Cacciatore 5, Pisacane 5.5, Klavan 6, Lykogiannis 6; Nandez 6.5, Cigarini 6, Rog 6.5 (87′ Mattiello s.v.); Nainggolan 7 (86′ Rafael s.v.), Joao Pedro 6.5; Simeone 6 (76′ Ionita s.v.).
A disposizione: Aresti, Pinna, Cerri, Oliva, Faragò, Deiola, Castro, Walukiewicz.
Allenatore: Maran 6.5.

LA CRONACA DELLA GARA

Le pagelle motivate dei rossoblù

OLSEN 6: Parata fenomenale sul tiro deviato di La Mantia nel primo tempo. Un muro su Lapadula e Farias nella ripresa. Poi perde la testa e si fa espellere dopo il rigore subito, macchiando la sua ottima prestazione. Inspiegabile.

CACCIATORE 5: Buona partita sulla fascia destra, così come è buona la parata su La Mantia se fosse stato un portiere. Lascia i suoi in dieci riaprendo una partita chiusa. Follia sportiva.

PISACANE 5.5: Sicuro fino all’ingresso di Farias. Solo il suo ex compagno riesce a metterlo in difficoltà. Si perde anche Calderoni nel gol del pareggio, con il pallone che gli passa in mezzo alle gambe.

KLAVAN 6: Spazza ogni pericolo sui tentativi di cross del Lecce, anche se viene preso alle spalle un paio di volte.

LYKOGIANNIS 6: Prestazione di sostanza sulla sinistra, non rinuncia a spingere.

NANDEZ 6.5: Non era al meglio e si vede. Non è il solito treno, ma quando c’è da combattere si trova perfettamente a suo agio.

CIGARINI 6: Il campo pesante non gli permette di giocare come potrebbe. Si limita al compitino.

ROG 6.5: Non tira indietro la gamba quando c’è da fare un contrasto. Prova con i suoi strappi a fare la differenza. (Dall’87’ MATTIELLO S.V.).

NAINGGOLAN 7: Gestisce perfettamente ogni pallone e mette in ghiaccio la partita con un altro gol dei suoi. Guida da vero leader la squadra. Esce nel finale dopo l’espulsione di Olsen, guardando dalla panchina il pareggio del Lecce. (Dall’86’ RAFAEL S.V.).

JOAO PEDRO 6.5: Trasforma il rigore dell’1-0 e mette dentro tante giocate di qualità nello stretto. Scivola sul più bello nel contropiede del possibile raddoppio.

SIMEONE 6: Con la difesa giallorossa sempre alta, attacca molto bene la profondità. Non impensierisce Gabriel, ma il suo lavoro per aprire gli spazi è prezioso. (Dal 76’ IONITA S.V.).

MARAN 6.5: La pesantezza del terreno ha condizionato la prestazione e l’intensità che è solito mettere il suo Cagliari. La partita preparata comunque era quella giusta, fino alla follia finale firmata Cacciatore-Olsen.