Lazio, Inzaghi: «Il Cagliari avrà nuovi stimoli»

© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Lazio-Cagliari per Simone Inzaghi. Il tecnico biancoceleste ha analizzato in conferenza stampa le chiavi tecnico-tattiche del match in programma domani

Settimana piena per la Lazio di Simone Inzaghi. Reduci dal successo di giovedì sul Nizza in Europa League, i biancocelesti torneranno in campo già domani sera. All’Olimpico sarà il Cagliari di Diego Lopez a contendere i tre punti alla formazione capitolina. Alla vigilia del match, mister Inzaghi ha analizzato in conferenza stampa il momento attraversato dai suoi ragazzi: «È stata una settimana importante. Domani affrontiamo una squadra che ha appena cambiato allenatore. Il Cagliari avrà nuovi stimoli. I sardi sono un avversario che ha quantità e qualità. Lopez ha giocatori svelti davanti e a centrocampo sono molto abili. Dovremo giocare una gara importante, da vera Lazio. Si parla tanto del lavoro della squadra, di questi due mesi: il difficile però viene ora. A Nizza la squadra non si è snaturata, ho avuto conferme anche da chi finora ha giocato meno degli altri. Dobbiamo continuare su questo passo».

DUBBI DI FORMAZIONE – Difficilmente ci sarà Lukaku. «Non credo recupererà, spero di riaverlo mercoledì col Bologna». I dubbi però non si fermano al solo difensore belga. «Milinkovic ha preso una botta, Lulic invece ha una distorsione alla caviglia. Felipe Anderson? Non è ancora rientrato in gruppo, lo aspettiamo con ansia». I tanti impegni ravvicinati tra campionato ed Europa League potrebbero inoltre portare Inzaghi a rinunciare precauzionalmente a Bastos e Radu. «Bastos viene da un infortunio importante e ha giocato due gare di fila. Radu? Anche lui sta giocando tanto. Nel primo ciclo di partire non ha mai rifiatato, se non a Vitesse. È uno dei ragazzi da monitorare. Deciderò domani chi mandare in campo».

Articolo precedente
lopez cagliariLazio-Cagliari, i convocati di Lopez: c’è Rafael, out Cragno
Prossimo articolo
portieri cagliari deiLazio-Cagliari, le probabili formazioni di Inzaghi e Lopez