Cagliari, Joao Pedro: «Siamo forti, serve pazienza»

© foto CagliariNews24.com

Le parole di Joao Pedro dopo Cagliari-Juventus 2-0. Il brasiliano sorride per il successo e pensa già al futuro

Dopo la vittoria contro la Juventus, Joao Pedro si è fermato di fronte al microfono di Dazn: «Come sta la gamba? Sono già pronto per un’altra gara, un po’ di fastidio ma era una partita importante: mi sarei anche potuto infortunare, ma non sarei uscito comunque. In questo periodo abbiamo dato tutto, in tanti si sono fatti male e sono rientrati anzitempo, c’è chi ha stretto i denti nonostante gli infortuni. E’ stato un periodo molto strano, ma era una gara importante e vogliamo finire nel miglior modo possibile. Dove può arrivare il Cagliari? E’ difficile giocare per vincere sempre, sarebbe assurdo pensare di fare una grande squadra ed arrivare subito in alto. Sono arrivati tanti giocatori importanti ma serve un processo graduale, non si fa da un anno all’altro. La strada è giusta, serve pazienza. Speriamo di continuare la crescita nell’anno prossimo, che sia quello giusto».

L’INTERVISTA SKY – Successivamente è passato a Sky. Ecco cosa ha raccontato il brasiliano: «La futura permanenza di Zenga? Ha dato del suo, è chiuso ad Assemini da quando è arrivato e non vede la famiglia da un bel po’. Questo fa capire quanto ci tenga alla squadra. Nel calcio può succedere di tutto, ma sicuramente ha fatto vedere quanto è speciale e quanta voglia di fare aveva e ha. È bello vedere due giocatori che vanno in doppia cifra con i gol, non è una cosa facile. Il ritorno di Pavoletti sarà importantissimo, perché sappiamo quanto anche da solo faccia reparto. Vedere me, Simeone e Pavoletti insieme sarà bello, anche perché con i buoni giocatori che abbiamo a centrocampo sono curioso di sapere come andrà».

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!