Italia, Ventura tiene sotto osservazione Barella: possibile chiamata azzurra

barella cagliari nazionale italia
© foto www.imagephotoagency.it

Il ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura tiene sotto osservazione Nicolò Barella. Possibile convocazione tra i “grandi” per le gare di ottobre contro Albania e Macedonia a ottobre

«Il futuro dell’Italia? Basta guardare Barella». Così aveva parlato a fine agosto il ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura. Il futuro però potrebbe essere già ora. L’inizio di stagione sorprendente del centrocampista del Cagliari, con tanto di primo gol segnato in Serie A, l’hanno fatto entrare tra i possibili convocati per le prossime gare contro Albania e Macedonia, in programma il 6 e il 9 ottobre e valide per le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Il ct, secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, sta pensando ad una mini-rivoluzione, inserendo nell’elenco dei convocati – che sarà diramato questo sabato – novità come Verdi del Bologna e Chiesa della Fiorentina, oltre al ritorno di Florenzi. L’emergenza a centrocampo, che lascerà a casa sia Marchisio che Montolivo, potrebbe portare Ventura a convocare per la prima volta tra i “grandi” Nicolò Barella. In ballo c’è anche Pellegrini della Roma. Se non dovesse arrivare la chiamata, per il rossoblù classe 1997 ci sarà comunque la maglia azzurra dell’Under 21 di Gigi Di Biagio, che giocherà in amichevole contro Ungheria e Marocco.

I possibili convocati di Ventura secondo La Gazzetta dello Sport

PORTIERI: Buffon, Donnarumma, Perin.
DIFENSORI: Barzagli, Bonucci, Chiellini, Rugani, Caldara, Romagnoli (Astori).
LATERALI: Zappacosta, Fiorenzi, Spinazzola, Darmian (D’Ambrosio). 
CENTROCAMPISTI:
 De Rossi, Parolo, Pellegrini, Verratti, Gagliardini, Candreva, Chiesa (Barella).
ATTACCANTI:
 Verdi, Belotti, Immobile, Eder, Insigne, Gabbiadini (El Shaarawy).

Articolo precedente
pisacane cagliariPisacane, ecco la squalifica: salterà il Napoli
Prossimo articolo
pavoletti cagliariCagliari, ripresa degli allenamenti: a parte Farias, Pavoletti e van der Wiel