Bologna, Inzaghi: «Cagliari forte, soprattutto in casa. Voglio continuità»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Cagliari-Bologna, la conferenza stampa di Pippo Inzaghi: «Il Cagliari non è una squadra che lotterà per la salvezza. Noi vogliamo continuare a far bene»

In mattinata Pippo Inzaghi ha presentato alla stampa Cagliari-Bologna, match valido per l’ottava giornata di Serie A. La gara della Sardegna Arena, in programma domani alle 15, nasconde delle insidie ma Inzaghi è in cerca di conferme dai suoi. I successi negli ultimi due turni ha alzato il morale dei felsinei, ma guai a staccare la spina: il tecnico emiliano vuole continuità. «Dobbiamo dar seguito a ciò che di buono abbiamo fatto la scorsa settimana, perchè fare una brutta prestazione sarebbe un passo indietro che non possiamo permetterci – l’esordio dell’allenatore piacentino -. Indipendentemente dal risultato, che a volte è anche frutto di fortuna ed episodi, voglio una partita tosta e di carattere. Non basta una partita, dobbiamo dare continuità, sarebbe importante chiudere bene prima della sosta. Pretendo sempre il massimo dai miei, dobbiamo potarci dietro il carattere visto contro l’Udinese».

Leggi anche: CAGLIARI, LA VIGILIA DI MARAN: «DOBBIAMO GIOCARE SENZA ANSIA»

INDIZI DI FORMAZIONE – «Ho ancora un paio di dubbi che mi porterò sino a domani. Orsolini di fianco a Santander? Sì, potrebbe giocarci. Sono molto soddisfatto di Falcinelli, fa un lavoro oscuro molto importante, gli manca solo il gol. Donsah ha fatto due allenamenti, lo convoco ma non so se vaga la pena rischiarlo anche solo per dieci minuti. Palacio, Poli ed Helander torneranno in squadra martedì. Statistiche? Non le guardo, il Cagliari l’ho visto contro il Milan e ha fatto una squadra straordinaria. Santander non mi ha stupito, sapevo che magari all’inizio avrebbe faticato. Sta diventando un leader, lotta su ogni palla: è molto importante per il gruppo. Dijks e Krejci hanno caratteristiche diverse: Krejci è una ex ala, ha capacità migliori di gestione palla, mentre l’olandese ha grande fisicità e esplosività. Domenica mi è piaciuto molto come è entrato, deve continuare così e ci potrà dare una grande mano. Krejci ha fatto tre buon gare in settimana, lì ho solo l’imbarazzo della scelta, è uno dei dubbi di formazione che ho».

IL CAGLIARI – «Ha giocatori importanti: Barella gioca in nazionale, Srna non lo scopro io, Pavoletti garantisce 12-15 gol all’anno, Joao Pedro. E’ una squadra difficile, ma in Serie A sfido chiunque a trovare una partita semplice. So quello che può dare, in casa è una squadra molto ostica. Secondo me non è una squadra che lotterà per la salvezza, ha giocatori importanti. Sappiamo delle difficoltà della gara, ma dobbiamo far sì che il campo ci dia ragione. Loro hanno dei punti deboli, dobbiamo far risaltare le nostre qualità migliori. Soprattutto in casa hanno un atteggiamento molto aggressivo, sarò un bell’esame per noi. Sono curioso di vedere come risponderà la mia squadra. Non vinciamo in trasferta da quasi un anno, anche se sono numeri che mi appartengono da poco: penso che sia il momento di fare una grande partita in trasferta».

Articolo precedente
barella italia nazionaleItalia, il ct Mancini convoca Barella e Cragno
Prossimo articolo
bolognaCagliari-Bologna, i convocati di Inzaghi: rientra Donsah