FIFA, Infantino: «In arrivo un fondo di emergenza per i club»

fifa infantino
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente FIFA Gianni Infantino rassicura il mondo del calcio: presto aiuti finanziari. E ribadisce: «In campo solo quando ci sarà sicurezza assoluta»

La FIFA rassicura il mondo del pallone. Il massimo organismo calcistico, rappresentato dal presidente Gianni Infantino, ha ribadito con un comunicato ufficiale le linee su cui si sta muovendo: «La Fifa e la comunità calcistica mondiale sono al fianco di chi combatte questi giorni difficili. In questo momento abbiamo tre pensieri in mente: la salute, è al primo posto; poi vedere come possiamo aiutare al meglio la comunità calcistica in questo momento. La terza è che con il rallentamento che la nostra vita ha subito possiamo pensare al futuro e a come uscirne insieme e meglio di prima, in modo strategico e unito».

RIPRESA – La salute viene prima di tutto. Il pallone tornerà a rotolare sui campi solo quando sarà ripristinata la piena sicurezza: «La nostra prima priorità, il nostro principio, quello che useremo per le nostre competizioni e incoraggiamo tutti a seguire è che la salute venga prima di tutto. Nessuna partita, nessuna competizione, nessuna lega vale la pena rischiare una singola vita umana. Tutti nel mondo dovrebbero avere questo in mente molto chiaro. Sarebbe più che irresponsabile forzare la ripresa delle competizioni se le cose non sono sicure al 100%. Se dobbiamo aspettare ancora un po’, lo faremo. È meglio aspettare un po ‘più a lungo che correre rischi».

FONDO FIFA – Spazio poi al tema finanziario, vera spada di Damocle su un settore che rischia il collasso: «Grazie al lavoro che abbiamo svolto insieme negli ultimi quattro anni, oggi siamo in una situazione finanziaria molto forte: la FIFA gode di una buona reputazione sui mercati finanziari e questo ci ha aiutato a consolidare una solida base con grandi riserve. Ma le nostre riserve non sono i soldi della FIFA: sono i soldi del calcio. Quindi, quando il calcio ha bisogno, dobbiamo pensare a cosa possiamo fare per aiutare: è nostra responsabilità e nostro dovere».

AIUTI ALLE FEDERAZIONI – E’ in corso un processo di consultazione per valutare l’impatto finanziario sul calcio al fine di preparare la giusta risposta basata su un fondo con una struttura di governance indipendente. Per risolvere i problemi economici impellenti, Infantino ha dichiarato che l’organismo è al lavoro per ottenere un pagamento anticipato della seconda tranche dei costi operativi ai membri. In chiusura, il numero uno della FIFA ha auspicato l’utilizzo della «tecnologia disponibile per impegnarsi di più, per parlare delle sfide comuni che ci attendono, e pensare al futuro», oltre che invitare le federazioni a collaborare tra loro ed al loro interno per l’interesse globale: «sono convinto che il nostro futuro possa essere migliore del nostro passato e saremo meglio preparati per i tempi a venire».