I pagelloni del Cagliari 2017/18: Cragno

© foto www.imagephotoagency.it

Tornato a Cagliari e alla Serie A dopo un anno e mezzo di cadetteria, Alessio Cragno ha disputato una stagione convincente fra i pali della porta rossoblù

La prima stagione in Serie A, a vent’anni, per un portiere non è mai facile. Figurarsi se si capita in una squadra allenata da Zeman, per il quale l’estremo difensore ha un ruolo delicatissimo e giocoforza al centro delle folate avversarie. Lo sa bene Alessio Cragno, che al Cagliari si era presentato con le stimmate del predestinato ma aveva finito per dover fare qualche passo indietro come al gioco dell’oca. Un altro magari avrebbe perso fiducia, invece il toscano classe 1994 si è rimboccato le maniche e ha lavorato sodo per ritrovare le certezze. Mezza stagione in prestito al Lanciano in B, poi una trionfale ancora in cadetteria, con la maglia di quel Benevento preso con i guantoni e portato in Serie A. Lì Cragno ha ritrovato il Cagliari ed è riuscito a prendersi la sua rivincita sul destino. Una stagione in cui si fa fatica a ricordare errori decisivi – cosa nient’affatto scontata per chi lavora da ultimo uomo – mentre tornano alla memoria interventi coraggiosi e tante parate che hanno portato linfa alla causa rossoblù.

NUMERI – 29 presenze con 47 gol subiti, Cragno ha potuto chiudere la gara senza gol al passivo in sette occasioni. Notevole il dato sui rigori, marchio di fabbrica della scuola di portieri cagliaritana al cui timone c’è l’allenatore specifico David Dei: in campionato il titolare rossoblù si è messo per dieci volte davanti al dischetto degli undici metri e in tre occasioni è riuscito a respingere la minaccia (si aggiunga il penalty di Caldara tirato alto all’ultima giornata). Ad impreziosire la statistica il titolo di primo portiere a stoppare un rigore del romanista Perotti, andato a segno implacabilmente nelle 15 esecuzioni precedenti, e il bonus di un penalty parato ad Aleesami nella lotteria finale del terzo turno di Coppa Italia.

VOTO: 7

Articolo precedente
pisacane cagliariPisacane: «Il pubblico è stata la molla di questo Cagliari nel finale di stagione» – VIDEO
Prossimo articolo
cagliariCagliari, la nuova stagione inizia lunedì: l’identikit dell’allenatore secondo Carli