Genoa-Cagliari, le pagelle: non basta il solito rigore di Barella

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Genoa-Cagliari

Altra sconfitta per il Cagliari, sconfitto nei minuti finali dal Genoa. Il 2-1 di Medeiros è arrivato infatti al 90′. Precedentemente c’era stato il vantaggio di Lapadula e il solito rigore trasformato da Nicolò Barella.

Le pagelle del Cagliari

Cragno 6: Il Genoa non tira spesso, ma può fare oggettivamente poco su entrambi i gol subiti.

Andreolli 5: Nel primo tempo rischia con un retropassaggio impreciso per Cragno. Si perde Lapadula sul gol dell’1-0, con cui ingaggia successivamente un duello a centrocampo che gli costa il giallo. L’uscita di Ceppitelli lo porta a fare il centrale dei tre dietro.

Ceppitelli 5.5: Sporco e spesso impreciso, da una sua palla persa nasce l’azione che porta al rigore per il Genoa, poi non assegnato grazie al Var. Nel secondo tempo arriva anche l’ammonizione che lo costringerà a saltare la trasferta di Verona. (Dal 64′ Castan 5.5: Non è il Castan delle prime gare con la maglia del Cagliari. Respinge male il pallone che Medeiros trasforma in gol).

Pisacane 6: Torna titolare dall’espulsione di Crotone, giocando con poche sbavature (l’unica forse sull’azione che porta al gol di Lapadula) e alternandosi prima a destra e poi a sinistra nei tre dietro.

Faragò 6.5: Si conquista il rigore dell’1-1 dopo un’ora di gioca in cui fatica a fornire cross per le punte. Da un suo traversone preciso Pavoletti colpisce il palo.

Dessena 6: Nonostante alcuni limiti evidenti, il capitano compensa con la grinta e la voglia di stare in campo, disputando una gara sufficiente. (Dall’86’ Deiola s.v.).

Barella 6.5: Fatica nella posizione di regista, ma è abile a leggere le varie situazioni di gioco, recuperando palloni importanti. Trasforma il terzo rigore nelle ultime quattro partite, confermandosi un tiratore freddo e vero. Peccato che non basti.

Ionita 5.5: Diversi buoni spunti, tra cui un’azione palla al piede che porta ad un’occasione per Pavoletti nel primo tempo. Si spegne nella ripresa.

Lykogiannis: Il greco non si fa vedere in zona d’attacco, uscendo presto dalla gara. Emblematico il calcio d’angolo basso battuto nella ripresa.

Sau 5: Gli arrivano pochissimi palloni, l’unico buono lo appoggia in area per Pavoletti. Lontano dal vero Pattolino. (Dal 60′ Ceter 6: Fisicamente è impressionante palla al piede. Mostra di essere un attaccante non solo di stazza, ma abile anche lontano dalla porta. Merita minuti).

Pavoletti 6: Conosce Marassi come le sue tasche e lo dimostra subito, quando sua una sponda di Sau spreca la possibile palla dell’1-0. Come sempre sono pochi i cross che arrivano dalle sue parti, ma è sfortunato quando sul traversone di Faragò colpisce il palo.

Lopez 5: Il suo Cagliari – riempito di riserve causa turnover – non meriterebbe la sconfitta, anche se non fa nulla di concreto per provare a vincere. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto per la squadra e fino al 90′ il punto effettivamente era conquistato. C’è anche la sfortuna di veder segnare un gran gol all’ultimo minuto regolare Medeiros, alla prima presenza da titolare in Serie A. Nonostante le assenze pesanti nel reparto avanzato, resta la consapevolezza che si poteva fare e osare di più.


Le pagelle del Genoa

GENOA (3-5-2): Perin 6; Zukanovic 5, Rossettini 6, Biraschi 6; Laxalt 6 (dall’84’ Migliore s.v.), Bessa 5.5 (dal 79′ Omeonga s.v.), Cofie 5.5, Hiljemark 6.5, Rosi 6 (dal 69′ P. Pereira 6); Medeiros 7.5, Lapadula 7.
A disposizione: Lamanna, Zima; Spolli, Lazovic, Rigoni, Rossi, Pandev.
Allenatore: Ballardini 6.5.

Articolo precedente
Genoa-Cagliari 2-1, tabellino e pagelle
Prossimo articolo
Ballardini: «C’era voglia di vincere. Cagliari ottima squadra»