Diretta Cagliari-Juventus 0-2: al Sant’Elia passano i bianconeri

diretta live Cagliari Juventus risultato formazioni 2016/2017
© foto www.cagliarinews24.com

Diretta Cagliari-Juventus, Serie A 2016/2017. Formazioni ufficiali, risultato e tabellino, probabili formazioni e cronaca live in tempo reale

Segui con noi la diretta di Cagliari-Juventus, gara valevole per la 24ª giornata di Serie A.

Il tabellino di Cagliari-Juventus

CAGLIARI (4-4-2): Rafael; Pisacane (dall’81’ Padoin), Capuano, B. Alves, Murru; Isla, Dessena (dal 62’ Ionita), Di Gennaro, Barella; Borriello (dal 75’ Ibarbo), Sau.
A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Salamon, Deiola, Tachtsidis.
All. Rastelli

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini (dal 18’ Rugani), Alex Sandro; Khedira, Marchisio (dal 67’ Pjanic); Cuadrado, Dybala (dal 90’+2 Lemina), Mandzukic; Higuain.
A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon, Pjaca.
All. Allegri.

Arbitro: Calvarese di Teramo
Marcatori: 37’ e 47’ Higuain (J)
Ammoniti: 12’ Lichsteiner (J), 14’ Chiellini (J), 27’ e 67’ Barella (C), 43’ Marchisio (J), 57’ Cuadrado (J), 78’ Isla (C), 85’ Di Gennaro (C), 90’+1 Mandzukic (J)
Espulsi: 67’ Barella (C)

Diretta Cagliari-Juventus: inizio ore 20:45

90’+3 – Triplice fischio dell’arbitro. Al Sant’Elia passano i bianconeri

90’+2 – cc Ultimo cambio per Allegri. Esce Dybala, dentro Lemina

90’+1 – cc Mandzukic ammonito per proteste

90’+1 – Traversa di Mandzukic poi Rafael nega il terzo gol bianconero a Dybala

90′ – Calvarese concede tre minuti di recupero

89′ – Corner per il Cagliari. Batte Di Gennaro, che trova Ionita in area. Buffon intercetta la conclusione del moldavo

88′ – Fallo di Mandzukic su Padoin nell’area rossoblù

87′ – Conclusione di Dybala, palla alta

85′ – cc Ammonito Di Gennaro. Calvarese sanziona l’8 rossoblù per un intervento falloso su Dybala. Punizione dal limite per gli ospiti

83′ – Possesso palla bianconero, la Juventus prova ad addormentare la gara

81′ – cc Terzo cambio per Rastelli: fuori Pisacane, dentro l’ex bianconero Padoin

79′ – Conclusione potente di Pjanic dalla lunghissima distanza. Palla fuori

78′ – cc Giallo anche per Isla. Intervenuto fallosamente su Rugani, il cileno è stato ammonito per proteste

77′ – Tiro potente di Bruno Alves, palla fuori di pochissimo

76′ – Punizione conquistata da Ibarbo sulla trequarti

75′ – cc Ri-esordio con la maglia del Cagliari per Ibarbo. Il colombiano subentra a Borriello

75′ – Fallo di Capuano, punizione dai trentacinque metri per la Juventus. Ci prova Dybala: palla sulla barriera

71′ – Pisacane vicinissimo al gol! Conclusione fantastica del difensore dal limite dell’area. Intervento prodigioso di Buffon. Nella ripartenza bianconeri vicini al terzo gol con Mandzukic, che di testa non riesce a trovare la porta

68′ – Calcio d’angolo per il Cagliari. Di Gennaro trova Bruno Alves in area. Il portoghese non riesce a concludere verso la porta

67′ – cc Secondo giallo per Barella. Il classe ’97 espulso per un intervento a centrocampo su Pjanic

67′ – cc Secondo cambio nella Juventus. Fuori Marchisio, dentro Pjanic

64′ – Barella smista per Isla che conclude potente dai trenta metri. Pallone alto sopra la traversa

62′ – cc Rastelli richiama in panchina capitan Dessena, dentro Ionita

60′ – Ripartenza del Cagliari. Borriello, defilato sulla sinistra, prova il tiro. Niente da fare

58′ – Due occasioni per il Cagliari. Prima ci prova Isla, che perde il tempo e si fa rimontare da Rugani, poi conclusione di Barella smorzata da Bonucci

57′ – cc Giallo per Cuadrado. Partito in offside, il colombiano viene fermato dall’arbitro ma calcia comunque in porta

56′ – Appena rientrato in campo, Lichsteiner è ancora dolorante

54′ – Lo svizzero e Barella a bordo campo. Squadre momentaneamente in dieci

53′ – Scontro aereo tra Barella, Lichsteiner e Murru. Ha la peggio il bianconero

50′ – Cagliari scosso dal ciclone Higuain. I rossoblù si compattano in difesa e provano a rialzare la testa

47′ – Raddoppio Juve. Dybala serve Higuain in area. Il numero 9 fredda per la seconda volta Rafael

47′ – Calcio d’angolo per i rossoblù. Batte DiGennaro, intercetta Rugani

46′ – Di Gennaro lancia lungo per Sau. Pattolino non ci arriva, palla a Rugani

46′ – Inizia il secondo tempo, palla agli ospiti

INTERVALLO

45’+2 – Calvarese manda i 22 negli spogliatoi per l’intervallo

45′ – L’arbitro concede due minuti di recupero

45′ – Bordata di Cuadrado che si spegne sopra la traversa

44′ – Dessena dolorante a bordo campo

43′ – cc Giallo per Marchisio. Sgambetto di numero 8 bianconero ai danni di capitan Dessena

37′ – L’argentino, lanciato da Marchisio, si è inserito tra le maglie della difesa cagliaritana e ha superato con freddezza il brasiliano Rafael

37′ – Vantaggio Juventus: Higuain supera Rafael da pochi passi

36′ – Cagliari molto aggressivo in questi minuti di gara

34′ – Marchisio prova a servire Dybala. Passaggio intercettato da un ottimo Dessena

32′ – Punizione per il Cagliari. Marchisio blocca una ripartenza di Sau

31′ – Cuadrado prova a lanciare dalla trequarti. Il vento allunga il pallone che si spegne tra le braccia di Rafael

30′ – Borriello prova a suggerire per Sau. Pattolino lotta con Lichsteiner ma non riesce a raggiungere il pallone

29′ – Borriello entra in area e conclude. Lichsteiner si distende a terra e intercetta

28′ – Calcio di punizione battuto da Dybala. L’argentino prova la conclusione ma trova la risposta di Rafael

27′ – cc Primo cartellino per i sardi. Calvarese ammonisce Barella per un intervento in scivolata su Cuadrado

26′ – Scontro aereo a centrocampo tra Sau e Bonucci. È il bianconero ad avere la peggio

25′ –  Di Gennaro pennella per Isla, che però si fa superare da Alex Sandro

24′ – Cambio gioco difettoso di Cuadrado. Il colombiano manda il pallone in fallo laterale

23′ – Occasione per Higuain ma Bruno Alves ci mette una pezza e sventa il pericolo

22′ – Tutta la Juve nella metà campo sarda. I rossoblù chiudono gli spazi

20′ – Sombrero di Dybala a centrocampo su Di Gennaro. L’argentino viene poi fermato fallosamente da Sau

19 – Bruno Alves prende per mano la difesa cagliaritana. Prezioso il contributo difensivo del centrale lusitano

18′ – cc Chiellini a terra a bordo campo. Allegri lo richiama in panchina e manda in campo Rugani

16′ – Percussione offensiva di Cuadrado. Il colombiano crossa ma trova il rossoblù Rafael che intercetta e fa ripartire il Cagliari

15′ – Batte Bruno Alves. Conclusione forte a giro che esce di poco alla destra di Buffon

14′ – cc Ammonito anche Chiellini. Il difensore interviene fallosamente al limite dell’area su Barella

12′ – cc Primo giallo della partita. Calvarese punisce Lichsteiner per un intervento da dietro su Borriello

11′ – Crescono i rossoblù. La Juve prova a impostare dalla difesa

8′ – Intervento deciso di Sau su Lichsteiner. Pattolino graziato da Calvarese. In precedenza contatto dubbio in area bianconera di Alex Sandro su Dessena

7′ – Prima occasione per la Juventus. Cuadrado trova Mandzukic in area, che colpisce di testa e manda fuori

5′ – Pressing alto degli ospiti. Il Cagliari respira con Rafael che rilancia dal fondo

2′ – Ritmi alti al Sant’Elia. Fallo di Sau su Marchisio, punizione per i bianconeri

2′ – Rimessa laterale di Bruno Alves per Dessena che trova un corner

1′ – Subito punizione sulla trequarti per i rossoblù. Intervento ruvido di Marchisio su Barella

1′ – Fischio d’inizio di Calvarese, è ora di Cagliari-Juventus

I sardi entrano in campo con una riproduzione della maglia bianca della stagione 1969-70.

Tutto pronto al Sant’Elia, tra pochi minuti avrà inizio Cagliari-Juventus.

Gigi Riva riceve il Collare d’Oro

Giro di campo per Riva, che riceve l’abbraccio del Sant’Elia.

Il numero uno del Coni Giovanni Malagò conferisce il Collare d’Oro a Gigi Riva. «Voglio ringraziare personalmente il presidente del Coni per essere venuto fino a casa mia a consegnare un riconoscimento bellissimo», le parole di Rombo di Tuono, che poi abbraccia Buffon e Dessena. Malagò rende onore alla leggenda rossoblù: «Premiamo l’atleta simbolo di una squadra e di una regione. Prima che un giocatore un uomo che ha reso onore a un intero popolo e alla Nazionale Italiana».

Squadre in campo per il riscaldamento. I rossoblù sotto la Curva Nord sulle note di Generale nella versione di Vasco Rossi per ricordare Valery Melis.

I rossoblù sotto la Curva Nord per ricordare Valery Melis

Formazioni ufficiali Cagliari-Juventus

Massimo Rastelli rilancia Murru. Il difensore, fuori per scelta tecnica contro Bologna e Atalanta, è stato preferito a Bartosz Salamon. Capuano lascia quindi la corsia mancina e si sposta al centro al fianco di Bruno Alves. Parte dalla panchina Tachtsidis, chiavi del centrocampo affidate a Di Gennaro. In attacco si ricompone la coppia gol BorrielloSau. Tra i bianconeri forfait per Pjanic, dentro Marchisio. Niente turno di riposo per Bonucci, il nazionale azzurro è stato preferito a Benatia. Davanti spazio a Higuain, assistito da Cuadrado, Dybala e Mandzukic.

CAGLIARI (4-4-2): Rafael; Pisacane, Capuano, B. Alves, Murru; Isla, Dessena, Di Gennaro, Barella; Borriello, Sau.
A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel, Miangue, Salamon, Deiola, Ionita, Ionita, Padoin, Tachtsidis, Ibarbo.
All. Rastelli

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
A disposizione: Neto, Audero, Dani Alves, Benatia, Rugani, Asamoah, Pjanic, Lemina, Sturaro, Rincon, Pjaca.
All. Allegri.

Cagliari-Juventus: pre-partita e probabili formazioni

Il Cagliari si prepara a ricevere la Juventus al Sant’Elia nel posticipo della 24ª giornata di Serie A. Massimo Rastelli rinuncia allo squalificato Ceppitelli e all’infortunato Farias. Prima convocazione per Victor Ibarbo, rientrato in Sardegna nell’ultima sessione di calciomercato. «Dopo un periodo di inattività si è allenato bene, questa settimana ha lavorato con la squadra e piano piano acquisirà una condizione accettabile. Potrà darci tanto, ha caratteristiche che noi non avevamo e allarga il ventaglio delle nostre possibilità in attacco», le parole del tecnico rossoblù in conferenza stampa sul colombiano. Recuperati anche Pattolino Sau, che giocherà certamente dal primo minuto, e Marco Borriello.

QUI JUVENTUS – Nella Juventus da registrare il forfait di Barzagli. Saranno della partita Higuain e Dybala, ballottaggio invece tra i croati Mandzukic e Pjaca. Potrebbe riposare Bonucci, al suo posto è pronto il marocchino Benatia. Allegri, protagonista della consueta conferenza stampa della vigilia, non si fida dei rossoblù: «Siamo solo concentrati sulla partita di Cagliari, la Champions League è ancora lontana. Affrontiamo una squadra che in casa sta tenendo un ruolino di marcia importante, da quinto-sesto posto; hanno giocato 11 partite e hanno perso solo due volte, hanno fatto tanti gol, in casa sono una squadra veloce. Per noi sarà una gara importante».

Le probabili formazioni:

CAGLIARI (4-2-3-1): Rafael; Pisacane, Salamon, Bruno Alves, Capuano; Dessena, Tachtsidis; Isla, Di Gennaro, Sau; Borriello. All. Rastelli.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Sturaro, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri.

I precedenti di Cagliari-Juventus

Trentacinque i precedenti in casa dei sardi nella massima serie. Per il Cagliari 9 vittorie, 14 invece le affermazioni della Vecchia Signora. La prima sfida, decisa da Gigi Riva, risale al gennaio 1965. I sardi conquistarono i due punti anche nell’aprile ’66 (reti di Visentin e Rizzo per i rossoblù, Traspedini per la Juve) e nel novembre ’67 (in gol Greatti e ancora Rizzo). Nel marzo 1980 un neopromosso Cagliari si impose al Sant’Elia sui bianconeri. Ospiti avanti con Bettega, raggiunti a dieci minuti dal termine della gara da Selvaggi e superati all’89’ da Bellini.

CAGLIARI-JUVE NEGLI ANNI NOVANTA – Alcune pagine indelebili della storia di questa sfida sono state scritte nell’ultimo decennio del Novecento. Alla ricerca di preziosi punti salvezza, nell’aprile ’91 il Cagliari di Ranieri fermò la Juve al Sant’Elia sullo 0-0. La stagione successiva i rossoblù di Carlo Mazzone passarono in svantaggio, ma poi risposero al bianconero Baggio con una rete di Aldo Firicano. I sardi tornarono al successo in campionato contro i piemontesi nel gennaio ’95. Oliveira aprì le marcature su rigore, Dely Valdes raddoppiò e Muzzi, dal dischetto, chiuse la pratica. Nel ’99 l’attaccante romano si fece ipnotizzare dagli undici metri da Peruzzi. Ma il Cagliari di Ventura passò comunque sulla Juventus campione d’Italia in carica grazie a una rete di Berretta.

CAGLIARI-JUVE NEI PRIMI ANNI DUEMILA – Dopo quattro stagioni nel campionato cadetto, nel 2004 i sardi riconquistano la Serie A. Il leader tecnico della promozione fu Gianfranco Zola, che – lasciato il Chelsea – scelse di chiudere la carriera in rossoblù. Il 16 gennaio 2005 i sardi ricevettero i bianconeri al Sant’Elia. La squadra allenata da Fabio Capello andò in vantaggio con Emerson, ma allo scadere proprio Magic Box, rubato il tempo a Zebina, ristabilì l’equilibrio superando Buffon con un colpo di testa. Terminò 1-1 anche Cagliari-Juve della stagione successiva. Per i rossoblù segnò Suazo, gli ospiti pareggiarono all’ultimo minuto con una rete contestata di Cannavaro. L’ultimo successo cagliaritano, datato 22 novembre 2009, porta la firma di Nenê e Matri. Il brasiliano, arrivato pochi mesi prima dal Nacional di Madeira, entrò nel cuore dei tifosi proprio grazie a quella rete, un bolide dalla lunga distanza che superò un incolpevole Buffon.

GLI ULTIMI CAGLIARI-JUVE –Nel gennaio 2011 Matri si trasferì alla Juventus. Il 5 febbraio l’attaccante lombardo tornò per la prima volta da avversario al Sant’Elia. Proprio il neo-bianconero segnò una doppietta, intervallata dal momentaneo pareggio di Acquafresca. A chiudere l’incontro ci pensò Luca Toni, che al Cagliari ha segnato otto gol in carriera. La storia recente parla bianconero con i successi del maggio e dicembre 2012 e del gennaio e dicembre 2014. Le gare del 2012 sono state giocate lontano dall’isola, la prima al Nereo Rocco di Trieste, la seconda al Tardini di Parma. Nel dicembre 2014, davanti a 5mila spettatori, il Cagliari passò in vantaggio con Pinilla. Llorente, autore di due reti, Marchisio e Lichsteiner consegnarono però il successo alla Vecchia Signora. Undici mesi più tardi fu ancora l’attaccante spagnolo a salire in cattedra, stavolta insieme a Tevez e Vidal. Inutile la rete di Rossettini a meno di mezz’ora dal termine della partita.

Cagliari-Juventus: l’arbitro dell’incontro

Sarà Gian Paolo Calvarese della sezione di Teramo a dirigere Cagliari-Juventus. Il fischietto abruzzese sarà coadiuvato dagli assistenti Fiorito e Carbone. Marzaloni quarto uomo, mentre gli addizionali saranno Rocchi e Ghersini. Calvarese ha esordito in Serie A proprio al Sant’Elia. Nel maggio 2009 il classe ’76 arbitrò Cagliari-Inter. Ibrahimovic portò avanti i nerazzurri di Mourinho dopo appena 8′. Nel finale del primo tempo arrivò il pareggio di Cossu, mentre nella ripresa fu Acquafresca a completare la rimonta sarda. Nel settembre dello stesso anno Calvarese diresse BariCagliari, match deciso dal primo acuto italiano di Nenè. Nel 2012/13 la prima sconfitta dei sardi sotto lo sguardo dell’arbitro classe ’76: al Franchi di Firenze i rossoblù si arresero per 4-1 ai viola padroni di casa. Nella stessa stagione arrivò anche il pareggio per 1-1 allo Juventus Stadium: al vantaggio di Ibarbo rispose Vucinic. Nel 2013/14 i ritorno alla vittoria, con il 2-1 casalingo inflitto al Torino, firmato dalla doppietta di Conti. Nel 2014/15 si contano due gare ma nessun successo: Cagliari-Fiorentina finì 0-4 nonostante le tante occasioni create dai sardi di Zeman, Torino-Cagliari si chiuse sull’1-1 (vantaggio di Donsah, pareggio dopo un minuto di El Kaddouri). L’ultimo precedente non sorride ai rossoblù. A dicembre il 40enne è stato il direttore di gara di CagliariNapoli, partita vinta agevolmente dai campani, che rifilarono cinque reti alla squadra di Rastelli.

PRECEDENTI CON LA JUVENTUS – Sono cinque gli incroci tra la Juventus e Calvarese. Già detto del pareggio dello Stadium col Cagliari, l’arbitro teramano ha diretto nuovamente Buffon e compagni nel dicembre 2013, quando i bianconeri superarono 1-0 l’Udinese a Torino. Da registrare anche la vittoria per 2-0 della stagione successiva sul Palermo, mentre nel 2015/16 i piemontesi hanno conquistato i tre punti in casa contro Hellas Verona ed Empoli, superate rispettivamente per 3-0 ed 1-0.

Articolo precedente
esercitazioni cagliariCagliari-Juventus, serata di gala al Sant’Elia
Prossimo articolo
higuainHiguain: «Oggi era importante vincere»