Crotone-Cagliari 2-2, Ionita e Joao Pedro a segno per i rossoblù

crotone-cagliari
© foto CagliariNews24.com

La preparazione dei rossoblù passa attraverso un test più impegnativo dei precedenti: Crotone-Cagliari è un’anteprima di Serie A in programma allo Scida

Dopo le amichevoli con i dilettanti, il Brescia, la Primavera rossoblù e l’Olbia, la squadra di Rastelli stasera affronta un test più difficile contro una delle avversarie della prossima Serie A. CrotoneCagliari, in scena allo stadio Scida, vede i sardi mandare sul terreno di gioco dall’inizio buona parte di quello che al momento è da considerarsi lo schieramento tipo. Barella e compagni scendono in campo in maglia bianca, tradizionale rossoblù per i padroni di casa. Finisce in pari la sfida fra le squadre che due anni fa diedero vita a un clamoroso testa a testa per la vittoria del campionato in Serie B.

PRIMO TEMPO – La gara inizia con il Cagliari che prova subito la sortita in avanti, ma Ionita al momento di entrare in area avversaria viene fermato da Ajeti in scivolata. Pochi istanti dopo Faragò entra con decisione su Nalini, che resta in campo fino al decimo minuto ma è poi costretto a dare forfait: al suo posto Stoian. E’ comunque la squadra di Rastelli a farsi più pericolosa, prima con Borriello che viene stoppato dalla difesa e poi con Ionita che trova il vantaggio al 22′. Il moldavo spara una saetta da fuori area che va a gonfiare la rete di Cordaz proprio all’incrocio dei pali. Tre minuti dopo le due squadre si fermano per 60 secondi e si rinfrescano dato il gran caldo della serata crotonese. Alla ripresa del gioco i padroni di casa spingono fino a trovare il pareggio con Tonev: a dire il vero la parabola partita dal piede del bulgaro sembra più un cross, ma la traiettoria inganna Cragno. Alla mezz’ora la reazione sarda è affidata ancora a Ionita, stasera particolarmente a suo agio nelle vesti di incursore, ma dopo un’azione orchestrale il suo tiro da fuori area sorvola la traversa. Poi è Barella a provarci al volo, ma senza centrare la porta, dopo un’insistita azione di Farias murata dalla difesa. A cinque minuti dall’intervallo arriva il vantaggio dei padroni di casa: Barberis dal limite scavalca la barriera con un calcio di punizione e manda la palla in rete. Due minuti dopo lo stesso Barberis libera Tonev ma la conclusione di quest’ultimo termina a lato. Finisce così il primo tempo dello Scida.

SECONDO TEMPO – Squadre di nuovo in campo dopo l’intervallo, nelle fila dei padroni di casa manca Ajeti: al suo posto Nicola inserisce Dussenne. Il primo squillo della ripresa è tutto brasiliano, con Farias che di prima serve Joao Pedro: conclusione parata da Cordaz. Poi è ancora Tonev a mettersi in luce, prima in contropiede ma Cragno salva alla disperata, poi di testa ma angolando troppo. Al quarto d’ora del secondo tempo il Cagliari ha l’opportunità di pareggiare su rigore, concesso per fallo di mano di Izco in area crotonese: Joao Pedro, oggi capitano, mette dentro la palla del 2-2. Al 67′ nuovo time out chiamato dall’arbitro per una sosta rinfrescante, mentre i due mister con i cambi dosano il minutaggio ai rispettivi giocatori. Riprende il gioco e Farias serve Borriello, il bomber rossoblù si coordina bene e colpisce di sinistro ma manda la palla fuori dallo specchio. La squadra sarda continua a premere e pochi istanti dopo mette in scena una bella azione nata da cross di Miangue, passata per i piedi di Dessena e conclusa da Joao Pedro con una conclusione di punta ad anticipare le mosse del portiere: palla che sibila di poco a lato. Siamo ormai a meno di venti minuti dalla fine e mister Rastelli decide di far rifiatare alcuni elementi, inizia una girandola di cambi per i rossoblù. Ritmi naturalmente più lenti nell’ultima parte di gara, si fanno sentire i carichi di lavoro dei ritiri estivi e il caldo della serata. Buono lo spunto di Giannetti nel finale, l’attaccante senese supera anche Cordaz ma non riesce a frenare in tempo la sua corsa. Un minuto dopo è Sau a trovarsi a tu per tu col portiere avversario, ma l’attaccante di Tonara non trova il passo giusto per calciare a rete. Arriva il triplice fischio e la gara si chiude in parità

Le formazioni

CROTONE: Cordaz, Faraoni (68′ Suljic), Martella, Izco (90′ Liviera) Ajeti (46′ Dussenne), Cabrera, Rohden (63′ Crociata), Barberis (90′ Giannotti), Nalini (10′ Stoian, 75′ Acosty), Tonev (83′ Borello), Budimir (59′ Trotta).
All. Davide Nicola

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Faragò (78′ Padoin), Andreolli (72′ Ceppitelli), Pisacane (82′ Romagna), Capuano (66′ Miangue); Ionita (63′ Dessena), Cigarini (82′ Balzano), Barella (89′ Salamon); Joao Pedro (72′ Sau); Farias (76′ Cossu), Borriello (72′ Giannetti).
All. Massimo Rastelli

Ammoniti: Pisacane
Marcatori: 22′ Ionita, 29′ Tonev, 40′ Barberis, 61′ Joao Pedro (rig.)

Articolo precedente
Bizzi, ora è ufficiale: il portiere si trasferisce in prestito al Varese
Prossimo articolo
rastelliRastelli dopo il pari di Crotone: «Cagliari, buoni segnali e qualche limite»