Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Giulini: «Spero che nel 2025 giocheremo nel nuovo stadio»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Giulini: tutte le dichiarazioni del presidente del Cagliari dalla Sardegna Arena

Tommaso Giulini parla in conferenza stampa dalla Sardegna Arena che da oggi diventa Unipol Domus. Le dichiarazioni del presidente del Cagliari riprese ta tuttocagliari.net.

Dichiarazioni Tommaso Giulini

RIAPERTURA E NUOVO STADIO CON UNIPOL – «Il gruppo Unipol ha deciso di accompagnarci sia in questo percorso di riapertura, per noi é un nuovo inizio. Unipol ci accompagnerà nel percorso verso l’apertura del nuovo stadio. Oggi è una giornata storica per il Cagliari, un ulteriore mattoncino per costruire la nostra casa».

NUOVO STADIO – «Negli ultimi mesi abbiamo fatto passi importanti, voglio ringraziare il Presidente Solinas che si è esposto sul contributo di 30 Milioni per costruire lo stadio nuovo senza centro commerciale, in maniera tale da accelerare l’iter. Ci auguriamo che la progettazione possa terminare entro il 2021, per poter passare poi all’iter definitivo grazie al supporto di Unipol. Ci vorrà qualche mese per il bando internazionale del comune, quindi il vecchio Sant’Elia non verrà demolito prima di fine 2022-inizio 2023».

PROGETTO TECNICO – «Il supporto di Unipol ci permette a coprire tutte le perdite enormi avute durante la pandemia. È chiaro che è un aiuto piccolo, ma comunque di grandissimo orgoglio, se non altro mi aiuta personalmente ad ambire a migliorare la squadra ed i posizionamenti degli ultimi anni. Nelle ultime due stagioni stagioni aspettavamo altro, attraverso il gruppo che si è creato dopo l’impresa delle ultime 7 gare dell’anno scorso. Grazie ai senatori possiamo ripartire con l’ambizione di fare un bel campionato in questa casa sempre più inespugnabile, dove spero perderemo meno possibile».

50% DELLA CAPIENZA – «Volevo evitare di rovinarmi la giornata. Uno degli aspetti che ci preoccupa è che questo 50% di capienza è fittizio, perché con il distanziamento si rischia di scendere al 30%. Il passo di ieri non è sufficiente, anche se devo ammettere che non l’aumento dei contagi è impossibile pretendere di più. Col “green pass” dovremmo avere accesso tutti allo stadio».

TEMPISTICHE ACCORDO E NUOVO STADIO – «Quello che ci ha stupito di Unipol è il momento nel quale hanno voluto stringere un accordo di 10 anni. Non abbiamo certezze in un momento storico per i prossimi 12 mesi, questo per noi ha una valenza importantissima. Qui siamo davanti un partner che ha scommesso con noi in anticipo, mi auguro che nel 2025 potremo giocare nel nuovo stadio».

Dichiarazioni Carlo Cimbri, ad di Unipol

«Non abbiamo alcun interesse immobiliare, ci fa piacere dare una mano alla costruzione della nuova casa del Cagliari. Usciamo da una lunga fase di chiusura, potete immaginare quanto possa renderci orgogliosi. Come sarà il nuovo stadio? Un impianto sicuro e adeguato per le famiglie, il presupposto ideale per riavvicinare le famiglie allo stadio. Questa è la concezione dello sport moderno».