Colombatto: «Cagliari, sono pronto per la Serie A»

© foto www.cagliarinews24.com

Dopo le esperienze con il Trapani e l’Argentina U20 al Mondiale Colombatto si sente pronto per il Cagliari e la Serie A: «Dovrò dimostrare di essere all’altezza ed impegnarmi al massimo»

Dopo una prima parte tra luci ed ombre, Santiago Colombatto ha chiuso la stagione in crescendo. Quella con la maglia del Trapani è stata la sua prima esperienza da protagonista in Serie B, nella quale ha avuto modo di mettere in mostra con continuità le sue qualità. Qualità apprezzate anche dal ct dell’Argentina Under 20, che lo ha inserito tra le novità dell’albiceleste che ha preso parte al Mondiale in Corea del Sud conclusosi domenica scorsa. Intervistato da gianlucadimarzio.com, il centrocampista classe ’97 ha voluto mettere da parte il soprannome affibbiatogli qualche tempo fa: «Piccolo Redondo? E’ un soprannome nato in Italia, hanno iniziato a chiamarmi così ed è rimasto. Però io dico sempre che al momento non può esserci nessun tipo di paragone per tutto quello che ha fatto Redondo. Lui era una stella di livello mondiale, io un giovane che ancora deve dimostrare tutto: sto iniziando adesso». Partita come una delle possibili vincitrici, l’Argentina U20 di Ubeda non ha neanche superato la fase a gironi del Mondiale: «Sì, è stato un peccato, perché abbiamo giocato delle belle partite ma non è bastato. Avevamo una bella squadra, ma i risultati non ci hanno premiato e siamo stati eliminati. E’ andata così, avremo tempo per rifarci».

IL FUTURO – Oltre alla convocazione nella seleccion, le prestazioni positive con il granata del Trapani non sono passate inosservate al Cagliari, detentore del suo cartellino. I rossoblù, considerate le imminenti uscite dei registi Di Gennaro e Tachtsidis, potrebbero decidere di puntare sul giovane ed affiancargli un profilo esperto: «Dopo un campionato di Serie B con 30 presenze credo di essere pronto e di aver maturato l’esperienza giusta per provare la Serie A. Certo, a Cagliari dovrò dimostrare di essere all’altezza e dovrò impegnarmi al massimo. Vedremo cosa decideranno i rossoblù, io però sono pronto»

Articolo precedente
cragno cagliariCragno: «Credo di meritare la Serie A, ora penso solo all’Europeo»
Prossimo articolo
miangueCalciomercato Cagliari, si lavora per trattenere Miangue