Chievo, Gobbi: «Felice per il gol, oggi era difficilissima»

© foto www.imagephotoagency.it

Una delle leggi più classiche del calcio, ma non per questo fa meno male quando viene applicata: è quella del gol dell’ex. Oggi a farne le spese è stato il Cagliari, colpito a Verona dalla rete di quel Massimo Gobbi che proprio in rossoblù aveva mosso i suoi primi passi in Serie A. Il gol vale tre punti per il Chievo, mentre acuisce il momento no per i sardi che arrivano così a quattro sconfitte nelle ultime tre partite.
Intervistato da Sky Sport a fine partita, Gobbi non ha versato lacrime di coccodrillo ma ha pensato solo al bene della sua attuale squadra. Il suo gol è arrivato al termine di un’azione rocambolesca che ha tagliato in due la difesa rossoblù: «Devo rivederlo, è stata un’azione un po’ caotica e forse una triangolazione l’ha chiusa addirittura l’arbitro. Penso comunque che sia un bel gol, non segnavo da una vita e mi mancava un po’. Mi fa piacere perché è una rete importantissima, la dedico alla mia famiglia e alla mia compagna che aspetta un bambino. Col Cagliari avevo segnato contro il Chievo, e come ex avevo segnato già alla Fiorentina, ci sono tante coincidenze. Tornando a oggi, è stata una partita difficilissima contro una squadra tosta, oltretutto venivamo da un periodo difficile e ci serviva uno sprone. Spero che sia il trampolino per ripartire».

Articolo precedente
Chievo-Cagliari 1-0, il tabellino della sfida
Prossimo articolo
Maran a Sky: «Volevamo i tre punti a tutti i costi»