Canzi: «C’è stata una forte reazione nel momento più critico»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

L’esordio della Primavera del Cagliari contro il Genoa termina 1-1. Canzi a fine gara: «Non abbiamo mai mollato, ottima reazione»

La Primavera del Cagliari apre la stagione 2019/2020 con un primo pareggio per 1-1 contro i coetanei del Genoa. Dopo lo svantaggio iniziale, i rossoblù sono riusciti a recuperare e trovare il pari grazie al gol di Gagliano su punizione, nonostante l’assenza di Boccia mandato anzitempo dentro gli spogliatoi dall’arbitro Cherchi (rosso diretto). Al termine del match mister Canzi ha commentato la gara ai microfoni del Cagliari Calcio: «L’inizio del campionato è sempre difficile. C’è una forte componente emotiva, ci sono tante incognite, partiamo con un buon punto. Sulla carta si trattava di uno scontro diretto per la salvezza, volevamo capire se possiamo stare in questo campionato e direi che l’atteggiamento e la capacità di soffrire sono stati quelli giusti». Ciò che più è piaciuto al tecnico dei sardi è sicuramente l’atteggiamento mostrato anche quest’oggi in campo: «Non abbiamo mollato, nel momento più critico c’è stata una forte reazione. Siamo lontani dall’essere quello che vogliamo e che sono sicuro diventeremo, ma non possiamo prescindere da una certa voglia di combattere».

SUPER GAGLIANO – La rete isolana porta la firma del veterano Luca Gagliano e Canzi non ha certamente dimenticato di ricordare quanto l’attaccante, nonostante i vari infortuni che per troppo tempo non gli hanno permesso di giocare, sia un giocatore fondamentale per la squadra: «Luca ci ha dato una grossa mano. L’anno scorso è mancato a lungo, poi all’ultima giornata rientrò e fece gol su punizione. Al di là della rete, si è ammazzato di fatica, ci ha garantito enorme sacrificio, per noi è come se fosse un nuovo acquisto perché nelle ultime due stagioni ha giocato poco».

NECESSITÀ DI CONTINUARE A LAVORARE – È ancora troppo presto per dire che la Primavera è pronta in tutto e per tutto per affrontare questo nuovo campionato. Tanti i giovani innesti che ancora hanno bisogno di tempo per integrarsi e trovare la giusta armonia e il giusto equilibrio con gli “esperti” del team: «Stiamo lavorando per amalgamarci, per acquisire certezze, oggi si sono viste cose buone e altre meno, ma ciò che conta è uno spirito di forte combattività».