Campionato Cagliari: standard da mantenere e punti da rivedere

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari ce la sta mettendo proprio tutta per poter dire la sua in questo Campionato di serie A, anche se i risultati ottenuti non sono sempre quelli sperati.

Il bilancio, dopo le prime sei partite giocate, è di due vittorie, tre sconfitte e un pari, ottenendo un totale di 7 punti.

Indubbiamente la squadra è partita carica, ma anche con una certa cautela, incontrando nella seconda e terza giornata Lazio e Atalanta, portando poi a casa risultati di successo contro il Torino e il Crotone che hanno contribuito ad alzare il livello di positività dei rossoblù.
La situazione però, ha preso poi una direzione diversa con la sconfitta di 3-2 contro il Bologna, mettendo nuovamente il tutto in discussione.

Il Cagliari che può crescere

La squadra rossoblù è sicuramente in crescita ed è possibile notarlo quando scende in campo giocando con grinta e voglia di vincere, ma purtroppo pecca ancora sotto l’aspetto della gestione della partita. Si tratta di una squadra composta da giocatori giovani che devono maturare, ma che con le giuste direttive e tattiche può ottenere dei buoni risultati.

Secondo quanto riportato dall’allenatore del Cagliari, Di Francesco, diverse sono le cose che la squadra deve provvedere a cambiare per riuscire ad ottenere risultati migliori e maggiori successi.
Di Francesco ha infatti sottolineato come la formazione del Cagliari abbia tutte le qualità necessarie quando si tratta di andare in attacco, creando diverse situazioni gol di qualità, ma deve ancora migliorare dal punto di vista difensivo, concentrando maggiore attenzione.

Si può però notare come, grazie ad un cambiamento di tattica da parte dell’allenatore, che ha deciso di abbandonare modulo tattico passando da uno squilibrato 4-3-3 ad un, invece, più solido 4-2-3-1, la squadra risulti più equilibrata e sicura, facendo sostanziali passi in avanti. La modalità di gioco è diventata, infatti, maggiormente fluida ed elastica, mancando ancora però di aggressività nella linea difensiva.

Le attese delle prossime partite del Cagliari

Il Campionato è ancora nella sua fase iniziale e mancano altre otto giornate per concludere questa prima parte di gioco del 2020.
Ciò che tutti i tifosi del Cagliari possono aspettarsi dalla propria squadra del cuore, è un’assoluta continuità del lavoro svolto finora in attacco e molta più determinazione e combattività per quanto riguarda la difesa.

Di Francesco è pronto a studiare delle dinamiche di gioco migliori da applicare nelle prossime partite, che puntano a migliorare il palleggio, la gestione dei passaggi e la grinta verso gli avversari.
Sarà necessario sfruttare ogni singolo momento di possesso palla per cercare di realizzare un migliore filtro a centrocampo per creare una linea difensiva più forte ed efficace.

Indubbiamente, sul fronte dell’attacco, l’allenatore del Cagliari può contare su Joao Pedro e Simeone, considerati delle certezze per la squadra grazie al loro contributo nei gol segnati.
Senza dimenticare Marin, che sta dimostrando una notevole crescita e un potenziale non indifferente, così come Ounas che pare aver trovato nel Cagliari modo di poter esprimere tutto il suo talento in attacco.

E anche grazie a giovanissimi come Sottil e Zappa, appena ventenni, che promettono margini di crescita piuttosto alti e danno una grande speranza ai rossoblù per una buona rimonta nel Campionato.

I prossimi incontri che giocherà il Cagliari

Come già menzionato, il Cagliari ha davanti a sé ancora otto partire da affrontare prima della fine del 2020, tra la Coppa Italia e il Campionato di Serie A. Si possono già trovare le quote salvezza del Cagliari sui migliori bookmaker stranieri.

Dopo l’ultimo successo giocato in casa il 7 novembre contro la Sampdoria e vinto con il 2-0 di Pedro e Nàndez, i rossoblù si dovranno confrontare contro grandi squadre quali Juventus, Inter e Roma, per cui dovranno necessariamente tirare fuori la stessa grinta per terminare l’anno in bellezza.

Di seguito, ecco il calendario completo delle prossime partite che il Cagliari dovrà giocare fino a fine dicembre 2020:

  1. Juventus – Cagliari il 21.11.2020 – Serie A
  2. Cagliari – Verona il 25.11.2020 – Coppa Italia
  3. Cagliari – Spezia il 29.11.2020 – Serie A
  4. Verona – Cagliari il 06.12.2020 – Serie A
  5. Cagliari – Inter il 13.12.2020 – Serie A
  6. Parma – Cagliari il 16.12.2020 – Serie A
  7. Cagliari – Udinese il 20.12.2020 – Serie A
  8. Roma – Cagliari il 23.12.2020 – Serie A

Non poche quindi le possibilità per Di Francesco e la squadra del Cagliari di sperare di poter entrare a far parte delle prime dieci squadre in classifica di Campionato. Al link, il calendario Cagliari Serie A completo.

Cagliari Calcio e la Football Accademy

L’associazione Cagliari Calcio non solo sta concentrando tutte le sue forze nella squadra e nei suoi talentuosi giocatori per ottenere degli ottimi risultati e rendere orgogliosi i propri tifosi, ma è inoltre coinvolta in un progetto che dura ormai da ben sette anni.

Il programma in questione è la Football Accademy, nato con lo solo scopo di sviluppare il calcio giovanile in Sardegna, precisamente per tutti i bambini dai 6 ai 12 anni, e di rafforzare il più possibile il legame tra il Cagliari Calcio e il territorio.

Nonostante la situazione attuale abbastanza particolare e critica in ogni parte del mondo, la Cagliari Football Accademy non ha perso occasione, seppur virtualmente, di organizzare un evento per presentare la stagione calcistica 2020-2021 e rafforzare le basi di un progetto che va avanti da tempo e non ha intenzione di fermarsi.

La squadra del Cagliari è particolarmente legata alla Football Accademy che offre i migliori metodi di allenamento e formazione per tutti i giovani atleti, grazie alla partecipazione di staff e istruttori specializzati e altamente preparati per tutto ciò che riguarda l’aspetto dello sviluppo psico-fisico umano.

Il Cagliari e la Football Accademy hanno dato vita ad un programma che ha uno scopo sportivo e sociale: stanno infatti cercando di contribuire ad una crescita sempre maggiore di piccoli atleti che considerano lo sport come un’importante parte della loro vita e di aiutare tutti quei giovani calciatori ad inseguire il loro sogno di diventare dei grandi professionisti in futuro.