Cagliari, la vittoria al Sant’Elia manca da tre mesi

joao pedro cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Dal 15 gennaio scorso il Sant’Elia non festeggia al triplice fischio: lo stadio del Cagliari, in altri tempi vero fortino, da tre mesi a questa parte ha visto solo pareggi o sconfitte della formazione rossoblù

CagliariGenoa 4-1, doppietta di Borriello e reti dei brasiliani Joao Pedro e Farias. E’ passata tanta acqua sotto i ponti da quel lunch match domenicale, ben tre mesi nei quali la squadra di Rastelli non è riuscita a portare a casa il risultato pieno fra le mura amiche. Da allora sono arrivati due pareggi (contro Bologna e Lazio) e tre sconfitte contro JuventusInter e Torino. Nel 2017 – e nel girone di ritorno in generale – il rendimento casalingo è stato superato da quello esterno, tradizionalmente nota dolente della formazione isolana. Al di là del Tirreno le vittorie contro Crotone e Palermo, oltre al pareggio in casa della Sampdoria, hanno fruttato sette dei dodici punti incassati dopo il giro di boa. Un’inversione di tendenza netta e di certo poco gradita per il pubblico degli spalti cagliaritani. Fra due giorni l’occasione per riportare i dati in carreggiata arriva con la visita del Chievo Verona, che viaggia a tre punti di vantaggio in classifica sui rossoblù: una vittoria di Sau e compagni significherebbe aggancio, ma anche un ritorno all’esultanza atteso da ben tre mesi.