Cagliari, in tre sulla fascia sinistra

lykogiannis cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Tre i giocatori rossoblù ad aver ricoperto il ruolo di terzino sinistro. Pajač per ora solo panchina

Sono sette le partite di campionato giocate e già tre i cambi che mister Maran ha effettuato sulla fascia sinistra nelle sue formazioni. Si è partiti con Charalampos Lykogiannīs contro l’Empoli, per poi cedere il posto al talismano Simone Padoin. Per il match contro il Parma il tecnico rossoblù ha preferito schierare nuovamente il 22 del Cagliari, lasciando riposare Padoin per riportarlo in campo contro la Sampdoria. Per Inter-Cagliari invece la scelta è stata nuova: Paolo Faragò per la prima volta a sinistra. Insomma, la fascia mancina rossoblù ha avuto modo di essere testata da ben tre giocatori diversi su quattro. Manca ancora Marko Pajač, che momentaneamente è rimasto solo in panchina.

LYKOGIANNĪS – Messo in campo per la prima di Serie A e per il match contro il Parma, il greco Lykogiannīs ha occupato il ruolo di terzino sinistro, ma è abbastanza abile nel ricoprire tutti i ruoli sulla fascia. Le sue capacità migliori le sfoggia nei calci da fermo e nelle conclusioni dalla distanza. Abbastanza abile anche nel gioco aereo, data la sua altezza (1,86 m), ma non sempre perfetto nella gestione della palla. Nelle due partite giocate in questa stagione ha mostrato alcuni problemi nel praticare quello che è il suo ruolo originario. Servono ancora rifiniture e aggiustamenti nel gioco del greco, al momento infortunato e che ancora non ha trovato il suo equilibrio in campo.

PADOIN – Il talismano Simone Padoin è uno degli elementi più preziosi della rosa rossoblù. La sua duttilità è impressionante: qualsiasi sia la sua posizione all’interno del rettangolo di gioco, lui la esegue egregiamente. Veste la maglia del Cagliari dal 2016 e anche qui ha ricoperto diversi ruoli. Rastelli lo ha valorizzato prima da centrocampista e poi da terzino destro, Lopez invece lo prediligeva a sinistra, sia a centrocampo che arretrato come esterno in difesa. Il terzino sinistro è il ruolo che attualmente ricopre anche con mister Maran, che lo ha già mandato il campo nelle gare contro Sassuolo, Atalanta, Milan e Sampdoria, risultando un’ottima garanzia per i rossoblù.

FARAGÒ – Paolo Pancrazio Faragò, originario di Catanzaro, cresce nei vivai del Novara come interno di centrocampo. Approdato a Cagliari si adatta però, causa esigenze della squadra rossoblù, al ruolo di esterno destro. Con mister Rastelli viene abbassato spesso anche come terzino destro, ma il suo rendimento cresce quando viene avanzato in un centrocampo a 5. Maran lo ha però messo in campo contro l’Inter come terzino sinistro, un ruolo nuovo per il numero 24 dei sardi, che ha trovato qualche difficoltà nella sua nuova posizione.

E PAJAČ? – Il croato Marko Pajač, che è arrivato a Cagliari con l’idea di essere impiegato come terzino sinistro, è l’unico giocatore che almeno per ora non è stato ancora sfruttato dal tecnico rossoblù. Dopo la buona stagione trascorsa al Perugia, poteva essere una soluzione tra gli 11 della domenica, magari alternandosi con Padoin e Lykogiannīs. Attualmente però il terzino sinistro ha solamente accompagnato la squadra senza trovare spazio nel terreno di gioco.

Elena Accardi

Articolo precedente
srna cagliariSrna nel mirino degli avversari: nessuno in A ha subìto più falli
Prossimo articolo
Cagliari-Bologna, i precedenti: il successo manca dal 2012