Cagliari-Torino 2-3: pagelle e tabellino

© foto www.cagliarinews24.com

Cagliari-Torino, Serie A 2016/17: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Passo falso casalingo per il Cagliari, superato oggi al Sant’Elia dal Torino di Mihajlovic. I rossoblù sbloccano la gara in avvio con Borriello, che supera Hart dagli undici metri. Poi l’infortunio del numero 22 costringe Rastelli a buttare nella mischia Faragò. Col passare dei minuti salgono in cattedra i granata, che prima pareggiano con Ljajic e poi vanno avanti con Belotti. Nella ripresa arriva la terza rete del Torino a firma di Acquah. Il Cagliari si riaccende nel finale con l’ingresso in campo di Han. Proprio il nordcoreano segna il suo primo gol in A nei minuti di recupero.

Cagliari-Torino, tabellino e pagelle

MARCATORI: 18′ Borriello (rig.), 32′ Ljajic, 39′ Belotti, 54′ Acquah, 94′ Han

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael 5; Isla 5.5, Pisacane 5.5, Bruno Alves 5.5, Murru 6; Ionita 5.5, Tachtsidis 5, Padoin 5.5 (56′ Farias 6); João Pedro 5.5; Sau 5 (80′ Han 6), Borriello 6.5 (34′ Faragò).
A disposizione: Gabriel, Crosta, Colombo, Di Gennaro, Miangue, Ceppitelli, Capuano, Deiola, Salamon.
Allenatore: Rastelli

TORINO (4-2-3-1): Hart 6; Zappacosta 6, Carlao 6.5 (66′ Ajeti 6), Moretti 6, Molinaro 6 (46′ Barreca 6); Acquah 6, Baselli 6; Falque 6, Ljajic 6.5, Iturbe 5.5 (22′ Boyè 6); Belotti 6.5.
A disposizione: Padelli, Cucchietti, Lopez, Benassi, Gustafson, Valdifiori, Lukic, De Silvestri.
Allenatore: Mihajlovic.

ARBITRO: Rocchi di Firenze

NOTE: ammoniti Carlao, Acquah, Pisacane, Ljajic, Joao Pedro. Espulso Acquah (doppia ammonizione)

CAGLIARI – IL MIGLIORE

Borriello 6,5: Segna con qualche difficoltà il rigore dell’1-0, poi è costretto ad abbandonare i suoi per infortunio già nel primo tempo. (Dal 33′ Faragò 5,5: Altra gara da subentrato, ma non sufficiente per l’ex Novara).

CAGLIARI – IL PEGGIORE

Tachtsidis 5: Perde un’infinita quantità di palloni ed è impreciso nei passaggi. Da matita blu l’errore che causa il gol del 2-1 di Belotti.

TORINO – IL MIGLIORE

Ljajic 6,5: Si accende all’improvviso e segna con un gran tiro da fuori la rete dell’1-1.

TORINO – IL PEGGIORE

Iturbe 5,5: Si vede poco ed esce per infortunio dopo 22 minuti.

Cagliari-Torino, diretta live e sintesi

Le squadre fanno rientro negli spogliatoi dopo il triplice fischio

SINTESI SECONDO TEMPO – La terza rete del Torino manda in fumo i progetti di rimonta rossoblù. Il Cagliari soffre l’assenza di un punto di riferimento in avanti e prova in modo confusionario ad arrivare in area, il Torino risponde con folate potenzialmente letali. Nel finale di gara occasioni per Belotti e Iago Falque, ma è il Cagliari che segna ed accorcia le distanze con il giovanissimo Han.

51′ – Rocchi fischia tre volte e pone fine al match

50′ – GOL DEL CAGLIARI: Han accorcia le distanze a tempo scaduto. Il classe ’98 raccoglie il cross di Farias e deposita in rete di testa

49′ – Torino ad un passo dal poker: il tiro a giro di Iago Falque è fermato soltanto dall’incrocio dei pali

48′ – Rocchi aggiunge un minuto ai cinque di recupero per il tempo perso in occasione dell’espulsione di Acquah

47′ – Intervento duro di Acquah su Joao Pedro: secondo giallo per il granata, che viene espulso. Il rossoblù, dolorante, è fuori dal campo

43′ – Il recupero sarà di cinque minuti

41′ – Occasione per il Toro! Ljajic suggerisce in verticale per Belotti, che da due passi spiazza Rafael ma manda fuori

38′ – Innumerevoli gli errori del Cagliari, che continua a sbagliare appoggi elementari

35′ – Ultimo cambio del Cagliari: entra Han per Sau, autore di una buona gara

34′ – Barreca ad un passo dal gol dell’ex, l’uno contro uno lo vince però Rafael, che mette in angolo

31′ – Squadre stanche e lunghe, ampi spazi da attaccare per le due formazioni

30′ – Punizione dalla destra per i granata, Faragò esce palla al piede e lancia Farias, Acquah chiude

28′ – I sardi provano ad alzare il ritmo ma sono imprecisi negli ultimi 20 metri

26′ – Cross di Murru, Faragò fa sponda ma Hart fa sua la sfera

23′ – Ancora Joao Pedro, salta l’uomo in area ma cade: Rocchi lo ammonisce per simulazione

22′ – Triangolo largo Sau-Joao Pedro-Sau, il 25 non arriva all’appuntamento con il gol

20′ – Ultimo cambio di Mihajlovic: esce Carlao – autore di una grande gara -, entra Ajeti

19′ – Faragò cerca Farias, che calcia dall’interno dell’area: Carlao fa ancora muro

17′ – Bella giocata di Farias in area, Carlao ci mette una pezza

16′ – Ripartenza del Toro, Belotti contro Murru: ha la meglio il terzino rosoblù

14′ – I sardi provano a scuotersi: Tachtsidis dalla bandierina, il Toro salva

12′ – Barreca tenta il tiro da posizione difficile, palla a lato

11′ – Secondo cambio nel Cagliari: esce Padoin per Farias

8′ – GOL DEL TORINO: Acquah riceve da Iago Falque e calcia dal limite. COme in occasione della rete di Ljajic, Rafael non è esente da colpe

6′ – Il Cagliari prova ad attaccare, ma è evidente il poco peso offensivo dei rossoblù

4′ – Si ripartirà da una punizione per il Toro, già rientrato Carlao

3′ – Ionita riceve in area ma prima del tiro è anticipato da Carlao, che rimane a terra

2′  – Faragò cerca Sau in area, Acquah recupera mandando in angolo

1′ – Palla al Cagliari, ma il Torino la recupera immediatamente

1′ – Inizia la ripresa: nel Torino c’è Barreca al posto di Molinaro

SINTESI PRIMO TEMPO – Avvio equilibrato, il Toro ci prova ma a segnare è il Cagliari. Avanti con la realizzazione di Borriello su rigore intorno a metà frazione, i sardi hanno subìto la reazione del Torino, in gol alla mezzora con Ljajic. Neanche dieci giri di lancette ed il Torino raddoppia con Belotti. Il Cagliari, privo dell’infortunato Borriello, è tramortito ma prova a spingersi nell’area avversaria senza però creare particolari problemi ad Hart.

48′ – Finisce qui il primo tempo

47′ – Belotti si gira e dal limite cerca l’angolino basso lontano, palla bloccata da Rafael

45′ – Saranno tre i minuti di recupero

45′ – Hart sbaglia lo sto con i piedi e rischia grosso sul pressing dei rossoblù, alla fine se la cava con un rimpallo favorevole

43′ – Intervento pericoloso di Ljajic, che entra con la gamba alta su Tachtsidis: giallo anche per il 10 granata

42′ – Il Cagliari è sparito dal campo da circa un quarto d’ora. I sardi, privi dell’infortunato Borriello, provano ad offendere con un 4-3-2-1 che vede Ionita e Joao Pedro alle spalle di Sau

39′ – SORPASSO DEL TORINO: Sul cross di Zappacosta, Belotti elude la marcatura di Pisacane e adl limite dell’area piccola batte Rafael di testa

35′ – Si è acceso il Toro: duettano Ljajic e Iago Falque, lo spagnolo cerca il jolly dal limite ma non trova lo specchio

34′ – Problemi fisici per Borriello: fuori il numero 22, dentro Palo Faragò

33′ – PAREGGIO DEL TORINO: Bell’azione del Toro, Ljajic scambia con un compagno e trova spazio per calciare. Il suo tiro dalla distanza si insacca, non impeccabile Rafael

30′ –  Giallo anche per Pisacane, autore di un fallo precedente su Belotti

28′ – Il Toro prova a reagire, ma il cross di Zappacosta finisce tra le mani di Rafael

24′ – Sau steso da Acquah, giallo anche per il centrocampista del Torino

22′ – Infortunato Iturbe, Mihajlovic costretto al primo cambio: entra Boyè per l’esterno classe ’93

18′ – GOL DEL CAGLIARI! Borriello batte Hart dagli 11 metri, il portiere inglese riesce soltanto a toccare ma non ad evitare il vantaggio rossoblù. Sono quattordici i gol in campionato per il numero 22 dei sardi

17′ – Crossa Tachtsidis, Ionita steso da Carlao. Rocchi fischia un rigore, protestano i giocatori granata. Il difensore brasiliano è stato ammonito dal Rocchi

16′ – Numero di Isla, che sterza e guadagna una punizione sulla destra. Corner corto per i rossoblù

15′ – Meglio il Torino nel primo quarto d’ora di gara

15′ – Bella giocata di Sau, Tachtsidis spreca tutto sbagliando la verticalizzazione per Joao Pedro

12′ – Secondo corner per il Cagliari, palla allontanata. Murru prova il lancio verso l’area, la difesa chiude bene

11′ – I rossoblù provano ad alzare il baricentro ed il pressing

9′ – Sul cross di Zappacosta si inserisce bene Carlao: il difensore colpisce bene di testa ma manda alto

9′ – Azione avvolgente dei granata, il cross è deviato. Primo corner per la squadra di Mihajlovic

7′ – Il lungo giro palla del Toro si conclude con un tiro dai 25 metri di Belotti: palla a lato

6′ – Azione insistita del Toro, che prova a trovare spazi nella difesa isolana

5′ – Il Cagliari prova ad affondare con costanti lanci lunghi per Sau e Borriello

3′ – Joao Pedro dalla bndierina, Tachtsidis colpisce di testa ma la palla si perde sul fondo

2′ – Sau scappa alle spalle della difesa e va al cross, deviazione e primo corner della partita

1′ – Cross di Iago Falque, Rafael blocca

1′ – Inizia il match, palla al Torino

Squadre in campo La distinta ufficiale del match

Rastelli conferma l’11 iniziale che nell’ultima giornata è sceso sul campo del Barbera di Palermo, con Joao Pedro alle spalle di Sau e BorrielloMihajlovic vara il 4-2-3-1 e lancia Carlao ed IturbeAcquah vince il ballottaggio con Benassi.

Cagliari-Torino, formazioni ufficiali

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Isla, Pisacane, Bruno Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Padoin; João Pedro; Sau (C), Borriello.
A disposizione: Gabriel, Crosta, Colombo, Di Gennaro, Miangue, Faragò, Farias, Ceppitelli, Capuano, Deiola, Han, Salamon.
Allenatore: Rastelli

TORINO (4-2-3-1): Hart; Zappacosta, Carlao, Moretti, Molinaro; Acquah, Baselli; Falque, Ljajic, Iturbe; Belotti.
A disposizione: Padelli, Cucchietti, Lopez, Benassi, Gustafson, Valdifiori, Barreca, Lukic, De Silvestri, Boyè, Ajeti.
Allenatore: Mihajlovic.

Cagliari-Torino, probabili formazioni e prepartita

Relegate nel limbo della Serie A, nella zona neutra tra la bagarre per non retrocedere e la lotta per l’Europa, Cagliari e Torino sono chiamate ad un finale di stagione in crescendo dopo le difficoltà incontrate negli ultimi tempi. Dalle parti di Via Mameli il mirino resta puntato sul decimo posto, distante sei lunghezze ed occupato proprio dai granata, autori di un campionato che ha tradito aspettative di qualificazione europea. I due tecnici vanno a caccia di conferme: Rastelli chiede ai suoi la stessa compattezza di Palermo, Mihajlovic vuole rivedere lo spirito Toro delle ultime uscite contro Inter ed Udinese. Il Cagliari, soprattutto, punta al ritorno al successo casalingo, che manca dal 4-1 rifilato al Genoa il 15 gennaio scorso. Una vittoria contro il Torino potrebbe coincidere con la salvezza aritmetica. Tutto è legato ai risultati delle gare di Palermo e Crotone: se i rosanero non dovessero vincere in casa del Milan ed i pitagorici dovessero perdere contro l’Inter, con un successo i rossoblù festeggerebbero la salvezza aritmetica già questo pomeriggio, al triplice fischio di Rocchi.

CAGLIARI (4-3-2-1): Rafael; Isla, Pisacane, Bruno Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Padoin; Joao Pedro, Sau; Borriello. All. Rastelli.

TORINO (4-3-3): Hart; Zappacosta, Carlao, Moretti, Molinaro; Acquah, Lukic, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic. All. Mihajlovic.

Cagliari-Torino, la vigilia dei due tecnici

Nella conferenza stampa della vigilia Massimo Rastelli ha tenuto a precisare i progressi fatti sai suoi rispetto alla gara del girone d’andata, finita 5-1 per il Torino: «Rispetto a un girone fa il Cagliari è cambiato tantissimo, i numeri del girone di ritorno sono positivi ma non dobbiamo abbassare la guardia. Non vogliamo fare passi indietro, solo avanti. Vogliamo confermare il ritrovato equilibrio, una compattezza migliore rispetto all’andata. Abbiamo qualità importanti, cercheremo di mettere in difficoltà una squadra che è a trazione anteriore. Stimoli? Bisogna sempre trarre indicazioni costruttive, all’andata prendemmo un gol subito e crollammo, dopo dieci minuti la gara era archiviata. Domani vogliamo un Cagliari ben diverso, l’approccio è sempre fondamentale. Il Torino ha una squadra che qualitativamente piazzerei fra le prime sette o otto, magari la giovane età ha fatto pagare un po’ in termini di equilibrio nei momenti chiave». il tecnico isolano ha poi svelato qualche indizio sulla formazione che scenderà in campo dall’inizio: «Sul nostro assetto non ho dubbi, abbiamo trovato la nostra identità. Ora abbiamo quasi tutti a disposizione, quindi ho le idee chiare sapendo di poter contare su buone soluzioni in panchina. Anche dopo il pareggio di Genova avrei schierato la stessa formazione, ma squalifiche e infortuni ci hanno sempre fatto cambiare schieramento. Domani potrebbero scendere in campo gli stessi 11 di Palermo».

Passato il treno che porta alla zona europea, il Torino va a caccia di una vittoria per riprendere il cammino e porre le basi per la prossima stagione. Così Mihajlovic nella conferenza di presentazione del match: «Le partite da qui a fine stagione non possono modificare di molto la nostra posizione in classifica, ma servono di slancio per il prossimo anno. In settimana ho parlato con i ragazzi: per me questa sfida è molto importante perchè voglio vedere lo stesso spirito e lo stesso carattere mostrati contro Inter e Udinese anche perchè l’anno prossimo non possiamo ripartire da zero, ma dalle basi costruite in questo. Domani voglio vedere lo stesso Toro degli ultimi due match in casa. Certe qualità caratteriali sono la base per costruire stagioni positive: serve il talento unito alla tenacia e alla voglia di vincere. In sintesi ci vuole coraggio, che è quello che voglio vedere domani a Cagliari». Il tecnico serbo ha poi rimandato gli esperimenti cui aveva fatto cenno negli scorsi giorni: «Il 4-3-1-2? E’ un’opzione che ho in mente, ma è ancora troppo presto».

Cagliari-Torino, i precedenti del match

Ben 29 i precedenti in Sardegna tra Cagliari e Torino in Serie A. Il bilancio sorride ai padroni di casa, vittoriosi in 13 occasioni. Appena 5 i successi granata, ben 11 i pareggi. Il primo incrocio risale alla stagione 1964/65, la prima in assoluto in Serie A per i sardi: il Toro riuscì a cogliere i due punti grazie al successo di misura deciso dalla rete di Simoni. I match dal ’66 al ’72 portano spesso e volentieri il marchio di Gigi Riva, in rete in ben sei occasioni. L’ultimo decennio di sfide si apre con lo 0-0 della stagione 2006/07. Nel campionato seguente furono i sardi ad imporsi con un netto 3-0 grazie alla doppietta dell’ex Acquafresca ed al gol di Jeda. Nel 2008/09 un altro 0-0, seguito nuovamente da un successo isolano: un 4-3 ricco di emozioni in un Is Arenas a porte chiuse che stonò con lo spettacolo in campo. Sul 3-3 sino al 92′, Conti trovò la rete del successo allo scadere siglando la sua doppietta personale. Doppietta (di punizione) che gli riuscì anche nel match successivo, finito 2-1 in un Sant’Elia a capienza ridotta. L’ultimo precedente premia il Torino, che nel 2014/15 passò al Sant’Elia grazie alle reti di Glik e Quagliarella, che risposero all’iniziale vantaggio di Cossu.

Cagliari-Torino, l’arbitro del match

Sarà Gialuca Rocchi della sezione arbitrale di Firenze a fischiare in Cagliari-Torino. Arbitro dal 1990, Rocchi ha debuttato in Serie A il 16 maggio 2004 in Lecce-Reggina 2-1. Da allora ha diretto 210 della massima serie. Internazionale dal 2008, ha arbitrato 23 gare di Champions League e 14 di Europa League. Il fischietto toscano ha già diretto un Cagliari-Torino: era la stagione di Serie B 2003/04 ed al Sant’Elia le due squadre chiusero la contesa sullo 0-0.

CAGLIARI – Sono ben 18 i precedenti tra l’arbitro classe 1973 ed il Cagliari. Il primo risale alla stagione 2004/05, Cagliari-Messina si chiuse sul 2-1 per i padroni di casa grazie alle reti di Gobbi ed Esposito. Il bilancio complessivo è di 5 vittorie, altrettanti pareggi ed 8 sconfitte. L’ultimo incrocio è datato 2014/15: i rossoblù, guidati da Zeman, lasciarono spazio alla Lazio, capace di imporsi al Sant’Elia per 3-1.

TORINO – Sono 20 i precedenti tra Rocchi ed il club granata in Serie A. Il bilancio è di 7 successi, 4 pareggi e 9 sconfitte. Ben 5 i derby della Mole giocati negli ultimi anni sotto lo sguardo del direttore di gara fiorentino, finiti tutti in favore della Juventus e non di rado con polemiche granata. A differenza del Cagliari, il Torino è stato diretto da Rocchi in due gare della stagione in corso: alla seconda giornata è arrivato un largo successo (5-1) sul Bologna, alla sedicesima il derby perso per 3-1 contro la Juventus.

Cagliari-Torino streaming: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa in diretta tv a partire dalle ore 15 sulle frequenze satellitari di Sky Sport e non su quelle in digitale terrestre di Premium Sport. In streaming video per gli abbonati su piattaforme pc, smartphone, tablet sistemi operativi iOs ed Android anche tramite le app Sky Go.

Articolo precedente
Ljajic all’intervallo: «Torino, continuiamo così»
Prossimo articolo
borriello cagliariCagliari-Torino, le pagelle della partita