Cagliari-Torino 4-2, poker ai danni dei granata

© foto 27-06-2020 Calcio Serie A 2019/20, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Torino. Foto Gianluca Zuddas/CagliariNews24.com. Nella foto: rigore 4-2 Joao Pedro

Cagliari-Torino, 28ª giornata della Serie A 2019/20: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Poker alla Sardegna Arena. Il Cagliari rifila 4 reti al Toro con una prestazione, al netto di alcuni blackout, molto convincente, che gli permette di restare agganciato al treno che porta in Europa. Gli uomini di Zenga chiudono la prima frazione col doppio vantaggio. I rossoblù concedono poco e nulla, gestiscono bene il pallone e arrivano con facilità dalle parti di Sirigu. Le due reti, arrivate nel giro di 5 minuti per mano di Nandez e Simeone, premiano il grande approccio al match da parte degli isolani. Il secondo tempo, partito sotto i migliori auspici grazie alla rete di Nainggolan, ha visto il Cagliari attraversare un quarto d’ora da brividi, con l’incombenza dei timori della beffa dietro l’angolo. Poi ci ha pensato Joao Pedro, dal dischetto, a chiudere il discorso e assicurare il bottino pieno alla propria squadra.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!


Il tabellino di Cagliari-Torino

CAGLIARI-TORINO 4-2

MARCATORI: 12′ Nandez (C), 17′ Simeone (C), 46′ Nainggolan (C), 60′ Bremer (T), 65′ Belotti (T), 69′ Joao Pedro su rigore (C).

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Carboni (87′ Cacciatore), Ceppitelli, Walukiewicz; Mattiello (58′ Cigarini), Nainggolan (58′ Ionita), Rog, Nandez, Lykogiannis (66′ Pellegrini); Simeone, Joao Pedro (87′ Ragatzu). A DISPOSIZIONE: Rafael, Olsen, Boccia, Ladinetti, Lombardi, Paloschi, Gagliano. ALLENATORE: Walter Zenga.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri (58′ Ansaldi), Rincon (72′ Lukic), Meité, Aina (72′ Singo); Edera (58′ Verdi), Berenguer; Belotti. A DISPOSIZIONE: Rosati, Ujkani, Djidji, Ghazoini, Lyanco, Adopo, Greco, Millico. ALLENATORE: Moreno Longo.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

AMMONITI: 32′ Mattiello (C), 75′ Cigarini (C), 80′ Carboni (C).

ESPULSI:


Cagliari-Torino, cronaca in diretta e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Il secondo tempo, partito sotto i migliori auspici grazie alla rete di Nainggolan, ha visto il Cagliari attraversare un quarto d’ora da brividi, con l’incombenza dei timori della beffa dietro l’angolo. Poi ci ha pensato Joao Pedro, dal dischetto, a chiudere il discorso e assicurare il bottino pieno alla propria squadra.

90+5′ – Triplice fischio di Mariani, il Cagliari doma il Toro e continua a restare attaccato alla lotta per l’Europa League.

90′ – Mariani concede 5 minuti di recupero.

87′ – Ultimi due cambi per Zenga. Escono Carboni e Joao Pedro, entrambi autori di ottime prestazioni, a favore di Cacciatore e Ragatzu.

82′ – In seguito alle vibranti proteste in merito al contrasto Carboni-Izzo, Mariani estrae il cartellino rosso ai danni del D.S. Carli.

80′ – Mariani aggiunge il nome di Carboni nella lista dei cattivi in seguito a un contrasto tra Izzo e il difensore tonarese che, per la verità, sembrava fallo ai danni di quest’ultimo.

75′ – Arriva l’ormai consueto giallo per Cigarini, che stende Belotti in ripartenza.

72′ – Altro cooling break indetto da Mariani. Nel frattempo altri due cambi per il Toro: escono Rincon e Aina, entrano Lukic e Singo.

69′ – GOL CAGLIARI! Joao Pedro spiazza Sirigu e fa quota 17, confermandosi il miglior bomber brasiliano nei 5 principali campionati europei.

68′ – RIGORE CAGLIARI. N’Koulou atterra Pellegrini in area di rigore, Mariani non ha dubbi e indica il dischetto.

66′ – Terzo cambio per il Cagliari: entra Pellegrini, esce Lykogiannis.

65′ – GOL TORINO. Belotti, incomprensibilmente lasciato solo all’interno dell’area, gira al volo su corner e batte Cragno.

62′ – Il Cagliari prova subito a ripristinare il triplo vantaggio, ma Rog non inquadra lo specchio e spara alto sopra la traversa.

60′ – GOL TORINO. I granata accorciano le distanze con Bremer, lesto ad approfittare di una sponda di testa di Aina.

58′ – Prima girandola di cambi per entrambe le squadre. Nel Cagliari entrano Ionita e Cigarini per Nainggolan, nel Torino dentro Ansaldi e Verdi e fuori De Silvestri ed Edera.

56′ – Il Torino si affaccia timidamente dalle parti di Cragno con una conclusione dalla distanza di Edera, ma l’estremo difensore dei rossoblù blocca senza problemi.

54′ – I rossoblù non tolgono il piede dall’acceleratore. Joao Pedro sfugge a Izzo sulla fascia sinistra, crossa per Simeone che, disturbato da N’Koulou, non inquadra lo specchio di testa.

46′ – GOL CAGLIARI! Avvio col botto dei rossoblù, che fanno subito tris con un grande gol di Nainggolan: il Ninja fredda Sirigu dal limite dell’area con una sassata di sinistro all’angolino basso.

20:38 – Riprende il match alla Sardegna Arena. Il Cagliari dovrà difendere le due reti maturate nella prima frazione.

SINTESI PRIMO TEMPO: Un Cagliari solido e a tratti spettacolare chiude la prima frazione col doppio vantaggio ai danni del Torino. I rossoblù concedono poco e nulla, gestiscono bene il pallone e arrivano con facilità dalle parti di Sirigu. Le due reti, arrivate nel giro di 5 minuti per mano di Nandez e Simeone, premiano il grande approccio al match da parte degli uomini di Zenga.

45+6′ – Finisce il primo tempo, il Cagliari è in vantaggio per 2-0 sul Torino.

45′- L’arbitro Mariani concede 6 minuti di recupero.

42′ – Mariani indica il dischetto per un fallo di mano di N’Koulou. Viene poi richiamato al VAR e torna sui suoi passi, non concedendo più il rigore al Cagliari.

37′ – Grande occasione per il Toro, ma l’iniziativa di Belotti si infrange sul petto di Cragno, bravissimo nel chiudere lo specchio al bomber granata.

32′ – Mariani estrae il giallo ai danni di Mattiello, reo di aver atterrato Aina sull’out di sinistra.

27′ – Cooling break decretato da Mariani. La prima mezz’ora è stata decisamente positiva: ad ora la prova del Cagliari è di maggior spessore rispetto alle ultime due uscite.

25′ – Prima occasione per i granata. Edera cerca di dimezzare il vantaggio su punizione, la conclusione è centrale ma la presa insicura di Cragno fa vivere qualche momento di apprensione alla retroguardia rossoblù.

24′ – I rossoblù sono in palla e continuano a spingere. Nainggolan ci prova dalla distanza ma non riesce a impensierire Sirigu, la palla esce di un metro abbondante.

17′ – RADDOPPIO CAGLIARI! Gran ripartenza dei rossoblù che colgono impreparata la difesa granata, dalla sinistra Lykogiannis mette in mezzo per Simeone che non sbaglia. Mariani inizialmente annulla per fuorigioco del greco, salvo correggersi con l’aiuto del VAR.

12′ – GOL CAGLIARI! Super gol di Nandez, che approfitta di una palla messa fuori dalla difesa granata su calcio d’angolo e, al volo, trafigge Sirigu all’angolino basso.

10′ – Da notare la posizione ricoperta da Nainggolan, che funge da raccordo tra centrocampo e attacco e lascia la mediana nelle mani di Rog e Nandez.

5′ – Buona occasione per il Cagliari. Walukiewicz serve Joao Pedro dopo una sortita offensiva, il brasiliano tenta la conclusione dal limite dell’area ma la palla sfila a mezzo metro dal palo.

19.30 – E’ iniziata Cagliari-Torino. Gli undici di Zenga in classica tenuta rossoblù, il Toro in maglia bianca.


Cagliari-Torino, formazioni ufficiali

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Carboni, Ceppitelli, Walukiewicz; Mattiello, Nainggolan, Rog, Nandez, Lykogiannis; Simeone, Joao Pedro. A DISPOSIZIONE: Rafael, Olsen, Boccia, Pellegrini, Cacciatore, Cigarini, Ionita, Ladinetti, Lombardi, Paloschi, Ragatzu, Gagliano. ALLENATORE: Walter Zenga.

Tre sorprese per Walter Zenga. Ritorna subito dal 1′ Nainggolan, Cigarini si accomoda in panchina. La regia verrà lasciata verosimilmente in mano allo stesso belga, affiancato dalla dinamicità di Rog e Nandez. Esordio dall’inizio per Carboni, dopo la prima apparizione di martedì. Lykogiannis scalza Pellegrini e si aggiudica una maglia da titolare sulla fascia sinistra.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Meité, Aina; Edera, Berenguer; Belotti. A DISPOSIZIONE: Rosati, Ujkani, Ansaldi, Djidji, Ghazoini, Lyanco, Singo, Adopo, Greco, Lukic, Millico, Verdi. ALLENATORE: Moreno Longo.

Poche sorprese per Longo. Rincon parte dall’inizio a discapito di Lukic. Per il resto, confermate le indiscrezioni della giornata di ieri: in attacco, anche a causa della già nota assenza di Zaza, Edera e Berenguer agiranno a supporto di Belotti.


Pre-partita e probabili formazioni

Mister Zenga valuta lo stato di forma dei suoi dopo le prime due gare del tour de force e deve rinunciare a Fabio Pisacane. In porta è sicuro il ritorno di Alessio Cragno, per il resto la sensazione è che si parta dalla difesa a tre come nelle ultime uscite. Torna tra i convocati Nainggolan, che dovrebbe partire dalla panchina. L’assenza di Klavan porta Cacciatore favorito per completare il reparto arretrato. Dalla parte opposta Longo non avrà Simone Zaza.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Cacciatore, Ceppitelli, Walukiewicz; Mattiello, Nandez, Cigarini, Rog, Pellegrini; Simeone, Joao Pedro. All. Zenga.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri, Lukic, Meité, Aina; Edera, Berenguer; Belotti. All. Longo.


Cagliari-Torino, la vigilia dei due tecnici

ZENGA – «Non ho mai parlato di gerarchie fra Cragno e Olsen. Coi miei giocatori parlo sempre, sapevano che in questa settimana si sarebbero alternati. Domani gioca Cragno. Non dobbiamo più pensare a titolari e riserve, con i cinque cambi tutti vengono coinvolti sempre: nessuno può giocare 13 partite in 40 giorni. Mi spiace non avere i tifosi attorno nel giorno del mio esordio in casa, avrei voluto che ci fosse il pubblico. Mattiello non giocava da tanto, è difficile rientrare subito a regimi alti. Ragatzu è un talento devastante, non mi spiego perché non abbia più presenze in A. I ragazzi della Primavera? Chi è bravo gioca. Se sono qui è perché hanno un valore, lo devono esprimere».

LONGO – «L’assenza di Zaza è pesante: sarà un cambio obbligato però sono tranquillo. Affronteremo una squadra che ha affrontato un periodo negativo ma che arrivava anche da un periodo straordinario. Un Cagliari che aveva stupito tutti nel girone di andata perché dispone di giocatori di grandissima qualità e ha sicuramente un bagaglio tecnico e organizzativo che gli permette certamente di giocare alla pari con tutte la squadre. Sappiamo benissimo che andare in Sardegna è una partita sempre complicata ma noi vogliamo andare lì per cercare di giocarci le nostre carte e vincere la gara»


I precedenti del match

La storia del match, in Sardegna, pende dalla parte dei padroni di casa: nei 37 precedenti (32 in Serie A5 in B) i rossoblù hanno vinto 13 volte perdendo in 8 occasioni. Ben 16 i pareggi. Il primo incrocio in assoluto tra le due squadre risale alla stagione alla Serie B 1959/60: all’Amsicora i sardi di Perati strapparono uno 0-0 ai granata. Il Cagliari manca il successo dal 2013, quando i rossoblù ebbero la meglio sui granata per 2-1 grazie alla doppietta di Daniele Conti. Poi una consistente striscia negativa, lunga tre gare, spezzata dal pari a reti bianche della passata stagione.

Partite giocate: 37 | Vittorie: 13 | Pareggi: 16 | Sconfitte: 8
Gol segnati: 34 | Gol subiti: 27


L’arbitro del match

L’Associazione Italiana Arbitri ha reso note le designazioni relative alla ventottesima giornata del campionato di Serie A: il match in programma domani alla Sardegna Arena fra Cagliari e Torino sarà diretto dal signor Maurizio Mariani della sezione di Aprilia. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Colarossi e Bottegoni, mentre quarto ufficiale sarà Marinelli. In qualità di addetti al VAR sono stati designati Pasqua e Lo Cicero.

I PRECEDENTI – Sono otto i precedenti del signor Mariani con il Cagliari in Serie A, per un bilancio terribile che fa registrare solo una vittoria rossoblù, un pareggio e sei sconfitte. L’episodio relativo alla stagione in corso è la trasferta di Lecce segnata dal rinvio per pioggia e poi dal finale concitato che portò al pareggio per 2-2. Ben sedici i precedenti per il Torino: nove vittorie granata, due pareggi e cinque sconfitte.


Cagliari-Torino, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match della Sardegna Arena rientra tra i sette match di giornata che verranno trasmessi da Sky. Le restanti tre partite del turno andranno in onda su DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. La sfida della Sardegna Arena sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport ed in pay-per-view su Now TV. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma Sky Go, disponibile per pc, smartphone e tablet.