Cagliari, Salamon: «Juventus? Nulla è impossibile, parlerà il campo»

© foto www.cagliarinews24.com

Bartosz Salamon si candida per una maglia da titolare contro la Juventus alla luce della squalifica di Ceppitelli: le parole del difensore polacco al Cagliari 1920 Store

Prima di dedicarsi ai tifosi insieme ad Alessandro Deiola, Bartosz Salamon dal Cagliari 1920 Store si sofferma sulla sua personale stagione e sulla sfida alla Juventus in programma fra tre giorni. Queste le parole del difensore polacco, che predica calma e umiltà: «A inizio stagione speravo che avrei trovato più spazio, sono stato uno dei rossoblù della promozione e giocare di più mi avrebbe anche dato maggiori chance per conservare un posto in nazionale. Non è accaduto, ma io mi adatto: ho sposato il progetto Cagliari, anche se gioco meno so di poter essere utile tutte le volte che il mister avrà bisogno di me. Mi preparo sempre per dare tutto me stesso, non so se la squalifica di Ceppitelli mi consegnerà una maglia da titolare visto che in precedenza non è andata così quando è rimasto fuori Bruno Alves. Ma sono uno dei difensori centrali, quindi mi tengo pronto e concentrato. L’apparizione da attaccante? Con il Bologna è andata bene, il mister mi ha chiesto se me la sentivo e io ho detto sì. C’è stata qualche possibilità di ripetere l’esperimento anche a Bergamo, ma poi la partita è andata in un altro modo. Non deve far ridere vedere un difensore come me in attacco, il calcio è una cosa seria e alla fine quello che dice il campo è sempre giusto». Fra tre giorni al Sant’Elia arriva la squadra più temuta d’Italia, ma Salamon non alza bandiera bianca: «Non c’è nulla di impossibile nel calcio, solo il campo deciderà chi potrà sorridere al triplice fischio. Ogni gara va giocata al massimo, le sorprese sono sempre possibili. Chiaramente la Juventus è una squadra difficilissima da affrontare, ma noi vogliamo dare tutto e sognare».