Cagliari, la matematica è dietro l’angolo

rastelli cagliari
© foto www.cagliarinews24.com

Il Cagliari attende solo la matematica per dirsi salvo: è ampio il solco rispetto alla zona retrocessione, tanto che il sigillo potrebbe arrivare addirittura con sette giornate di anticipo

Diciotto punti di vantaggio sono un margine che fa dormire sonni più che tranquilli, tanto che in casa Cagliari c’è già chi abbandona le frasi di circostanza e preferisce guardare in alto invece che alla parte bassa della classifica. Il risultato di ieri in casa del Palermo ha dato un’ulteriore spinta ai rossoblù di Rastelli, ora tredicesimi e in attesa di due turni casalinghi consecutivi. Manca solo la matematica dunque per certificare la partecipazione al prossimo campionato di Serie A, e anche il dettaglio algebrico potrebbe arrivare molto presto. Se domenica il Cagliari riuscirà a battere il Torino al Sant’Elia sarà sufficiente che il Crotone perda contro l’Inter e che il Palermo non vinca in casa del Milan. In quel caso i punti di distacco dei rossoblù dalla terzultima diventerebbero ventuno, esattamente quanti quelli disponibili complessivamente nelle restanti sette partite. Gli scontri diretti, ciliegina sulla torta, mettono Sau e compagni davanti a tutti in caso – ben difficile – di arrivo a pari punti. Sette turni di anticipo sarebbero un risultato poderoso per una formazione neopromossa, forte di 35 punti in 30 gare giocate finora e di una quota salvezza mai così bassa nella massima serie italiana.

Articolo precedente
ritiroRitiro estivo, Cagliari conferma Pejo e Aritzo
Prossimo articolo
Ripresa degli allenamenti, da oggi il Cagliari pensa al Torino