Cagliari, illegittimo il licenziamento di Ballardini nel 2012

© foto www.imagephotoagency.it

A distanza di cinque anni, il Giudice del Lavoro di Cagliari ha definito illegittimo il licenziamento “per giusta causa” di Ballardini. Resta da quantificare il risarcimento economico che la nuova proprietà dovrà versare all’ex tecnico del Palermo

Risale al 2012 il licenziamento per giusta causa intimato dal Cagliari Calcio di Massimo Cellino nei confronti di Davide Ballardini. L’allora allenatore dei sardi fu licenziato “per giusta causa” e non esonerato, quindi non percepì la restante parte di stipendio fino alla naturale scadenza di contratto. Oggi il Giudice del Lavoro di Cagliari ha definito illegittimo il licenziamento dell’allora tecnico isolano. La sentenza è parziale: prossimamente il Giudice dovrà stabilire l’entità del risarcimento economico che il club isolano, nel frattempo passato a Tommaso Giulini, dovrà corrispondere a Ballardini. «Si tratta di una pronuncia rispetto alla quale esprimiamo enorme soddisfazione e che certamente fa giustizia di una decisione che ha pesantemente inciso anche sulla persona oltre che sull’allenatore», ha commentato ai microfoni di gianlucadimarzio.com Mauro Cellarosi, legale dell’allenatore ravennate. Dopo cinque anni, la sentenza di quel misterioso licenziamento dà ragione a Davide Ballardini. Le parti in causa attendono di conoscere l’entità del risarcimento.