Connettiti con noi

News

Cagliari, la Coppa Italia è la chance per ritrovare la forza

Pubblicato

su

Domani il Cagliari affronterà l’Hellas Verona in Coppa Italia. Un’occasione per ripartire da dove il cammino si è interrotto tra alti e bassi

Brucia ancora la sconfitta a Torino contro la Juventus. Brucia per diversi motivi: si poteva fare di più, mancavano dei giocatori ormai diventati fondamentali, non si è vista totalmente quella personalità, quel carisma che il Cagliari stava conquistando partita dopo partita. Perdere un match chiave contro la Vecchia Signora, però, non deve essere visto necessariamente come un qualcosa di negativo. La sconfitta porta sempre a riflettere sugli errori commessi, su cosa non va, porta ad avere la consapevolezza di dover fare di più, sempre di più. È proprio con questo animo che domani gli uomini di Eusebio Di Francesco scenderanno in campo contro l’Hellas Verona nel turno di Coppa Italia. Una partita da non sottovalutare perché potrebbe rappresentare l’opportunità per riscattarsi, per riprendere il percorso positivo che si era iniziato.  Cosa fare, allora, per sfruttare al meglio questa occasione?

ATTACCO – Anche un attacco come quello del Cagliari, apparentemente quasi perfetto, senza problemi, può andare incontro a un miglioramento. Deve essere più incisivo, più pericoloso. La soluzione? Utilizzare Leonardo Pavoletti, riserva di lusso e abilissimo nel gioco aereo, non solo per gli ultimi minuti della partita ma concedendogli più spazio, più tempo per permettergli di svolgere al meglio il suo compito.

DIFESA – La difesa rossoblù è tra le peggiori del campionato di Serie A. Nonostante l’inserimento di un grande giocatore di esperienza come Diego Godin, la retroguardia non riesce a bloccare l’avversario, a farsi compatta. Si distrae troppo e questo, inevitabilmente, non può che essere un vantaggio per le altre squadre. L’unico giocatore in questo reparto che sembra godere di un’ottima condizione fisica nonché della piena fiducia del mister Di Francesco è il polacco classe 2000 Sebastian Walukiewicz che fino ad ora ha giocato sempre per l’intera durata del match. Sulla corsia di destra, sabato, abbiamo notato quanto Zappa abbia “sofferto” per l’assenza del suo compagno Nahitan Nandez, con il quale creava una coppia vincente. Lo stesso vale a sinistra. Con l’assenza di Lykogiannis, il giovane Alessandro Tripaldelli è entrato in campo ma non è riuscito a coprire quella voragine che si era creata dalla sua parte. Cosa è necessario? Un mediano di rottura che possa aiutare il quartetto di difesa. Il Cagliari ha a sua disposizione un regista, Razvan Marin, che cresce lentamente ma ancora non convince e un forsennato Marko Rog che solo sabato abbiamo visto tornare ai ritmi della scorsa stagione. La squadra rossoblù, nonostante la rosa XXL che andrà sicuramente sfoltita, non vede però la presenza di un giocatore che possa fungere da filtro davanti alla difesa.

COPPA ITALIA E CAMPIONATO – La partita di domani di Coppa rivelerà sicuramente lo stato d’animo del Cagliari in cerca di un riscatto. Una vittoria sarebbe l’ideale in vista del match di domenica contro lo Spezia, squadra che vanta un’ottima condizione atletica, una buona preparazione e una buona dose di pericolosità nonostante stia assaporando la Serie A per la prima volta nella sua storia.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Advertisement