Cagliari-Juventus, le pagelle dei rossoblù

sau
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle del Cagliari dopo la gara persa 2-0 contro la Juventus allo stadio Sant’Elia

Il Cagliari cade 2-0 in casa contro la Juventus.  Decisiva la doppietta di Higuain tra fine primo tempo e inizio secondo. Ecco le pagelle dei rossoblù:

Rafael 6,5: Non può nulla sui due gol di Higuain. Evita il 3-0 con un miracolo su Dybala.

Pisacane 6: Regge il confronto fisico con Mandzukic e solo Buffon gli nega la gioia del gol sul finale di partita. (Dall’81’ Padoin s.v.: Pochi minuti per il Talismano, che torna in campo per la prima volta nel 2017 dopo l’infortunio).

Bruno Alves 6: Domina su tutti i duelli aerei e in fase offensiva si rende pericoloso con due punizioni che non centrano lo specchio della porta.

Capuano 5,5: Higuain gli va via due volte e lo punisce con i due gol che decidono la partita. Per il resto partita con poche sbavature per il centrale rossoblù.

Murru 5,5: Soffre sulla sua fascia Cuadrado e dall’altra parte del campo non riesce a supportare in modo sufficiente la manovra rossoblù.

Isla 6,5: Da ex, sente la partita contro i bianconeri e sfodera una delle migliori prestazioni stagionali sulla corsia di destra di centrocampo.

Dessena 6,5: Partita da mastino per il capitano del Cagliari che recupera tantissimi palloni in mezzo al campo. (Dal 62′ Ionita 6: Rastelli lo manda in campo per provare a dare più intensità e fisicità al centrocampo rossoblù. Ritorno al Sant’Elia per lui dopo l’infortunio).

Di Gennaro 6: Torna a giocare in mediana e come il compagno di reparto recupera palloni su palloni, provandosi a rendere pericoloso con qualche giocata. Le sue verticalizzazioni non sono però precise.

Barella 5: Sarebbe tra i migliori in campo, finché non lascia i suoi in 10 per un ingenuo fallo su Pjanic che gli costa il secondo giallo.

Sau 6,5: Spirito di sacrificio è la parola d’ordine di Pattolino che mette tanta intensità in fase di non possesso.

Borriello 6: Fa a sportellate con i centrali bianconeri e prova a sfruttare i pochi palloni che gli arrivano. (Dal 75′ Ibarbo s.v.: Secondo esordio in carriera con la maglia del Cagliari che in un quarto d’ora ha giusto il tempo di riassaggiare l’erba del Sant’Elia).

Rastelli 6: Al Cagliari oggi si può rimproverare ben poco. Partita preparata benissimo sul piano tattico, con il tecnico che ha scelto di schierare la squadra con un 4-4-2 per arginare i pericoli della formazione superoffensiva bianconera. La squadra regge e convince, ma crolla sotto i colpi di Higuain che trasforma in oro gli unici due palloni che gli sono arrivati.