Cagliari-Inter, gli avversari più pericolosi per i rossoblù

lukaku inter
© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari prepara la sfida di domenica alle 12:30 contro l’Inter: ecco i nerazzurri da tenere d’occhio per gli uomini di Di Francesco

Per l’undicesima giornata del campionato di Serie A, il Cagliari affronterà l’Inter di Antonio Conte. I nerazzurri sono tra i contendenti allo Scudetto, e al momento viaggiano in seconda posizione in campionato a 21 punti, solo 5 in meno della capolista Milan. L’Inter vuole superare la cocente eliminazione da tutte le coppe europee subita nei giorni scorsi ma punta a proseguire il buon cammino in campionato, dove nell’ultimo match ha battuto per 3-1 il Bologna a San Siro. Il Cagliari, al contrario, vuole ritrovare la strada della vittoria dopo due pareggi consecutivi contro Spezia e Verona, ma per fare risultato servirà una grande partita da parte dei rossoblù. Ecco dunque chi potrebbero essere gli uomini più pericolosi per la squadra di Eusebio Di Francesco.

LA SARACINESCA – A difendere i pali della porta nerazzurra sarà il capitano Samir Handanovic. Il portiere sloveno, alla nona stagione con l’Inter, continua a confermarsi tra i migliori interpreti del ruolo anche all’età di 36 anni. La sua esperienza gli permette di amministrare con sapienza la linea a tre di difesa e di regalare sicurezza a tutta la squadra, e le sue doti fisiche eccezionali gli permettono di arrivare a compiere interventi dal coefficiente di difficoltà altissimo. Senza ovviamente dimenticare la specialità della casa: Handanovic, infatti, detiene il record per il maggior numero di rigori parati nella storia della Serie A.

IL MOTORINO IN MEDIANA – È una vecchia (nemmeno tanto) conoscenza del Cagliari: i tifosi rossoblù lo portano nel cuore e lui fa lo stesso per tutta la Sardegna. Il maratoneta del centrocampo di Antonio Conte risponde al nome di Nicolò Barella, 23enne di Cagliari cresciuto nel settore giovanile sardo prima di arrivare fino alla Serie A e conquistarsi la chiamata dell’Inter. Un giocatore capace di unire alla perfezione la fase difensiva e quella offensiva, grazie a grande scelta di tempo nei tackle effettuati e un eccellente tempismo negli inserimenti senza palla: ogni partita Barella cresce di personalità, oltre che in caratura tecnico-tattica, e la gara di domenica per lui avrà un sapore speciale, dato che vorrà sicuramente fare bella figura contro la sua squadra del cuore.

UN TANDEM FENOMENALE – In attacco l’Inter può puntare su due certezze: Lautaro Martínez e Romelu Lukaku sono sicuramente tra gli attaccanti migliori in circolazione non solo in Italia ma in tutto il continente europeo. Il belga ha ripreso il ritmo spaventoso della scorsa stagione e si trova al terzo posto della classifica marcatori della Serie A: 8 reti in 9 presenze, che lo mettono dietro solo a Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic. Il mix di fisicità dirompente, velocità di base eccezionale e senso del gol da vero rapace ne fanno un vero e proprio pericolo pubblico per qualsiasi difesa che gli giochi contro. El Toro, invece, sta avendo qualche difficoltà, ma già nella scorsa stagione ha dimostrato di essere un giocatore di alto livello, e l’intesa con il compagno di reparto gli permette di rendersi pericoloso in qualsiasi maniera. E un dato deve mettere in allerta i rossoblù: il Cagliari è la vittima preferita dell’attaccante argentino in Serie A (4 reti contro i sardi all’attivo).

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!