Connettiti con noi

News

Cagliari-Inter 1-3: Cagliari rimontato, all’Inter i 3 punti

Pubblicato

su

Cagliari-Inter, cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, tabellino, pagelle e sintesi

Il Cagliari di Di Francesco ospita alla Sardegna Arena l’Inter di Antonio Conte. I nerazzurri freschi di elimizione dalle coppe europee cercheranno di aggredire il campionato, i rossoblù invece vogliono ritrovare i 3 punti dopo i due pareggi consecutivi contro Spezia e Hellas Verona. Prima frazione in cui l’Inter è stata padrona del campo per larghissimi tratti. La formazione di Conte spreca una quantità innumerevole di occasioni anche grazie ad un super Alessio Cragno che ha sventato tutte le minacce giunte dalle sue parti. Al minuto 42′ il Cagliari si affaccia dalle parti di Handanovic trovando la rete con la prima conclusione in porta, a segno il numero 33 Sottil con un pregevole goal al volo. Nella seconda frazione l’Inter entra in campo con la determinazione giusta per ribaltare la gara, anche grazie ai numerosi cambi effettuati da Antonio Conte. Nei primi 15 minuti l’Inter continua a non sfruttare le occasioni create come nel primo tempo e il Cagliari si difende egregiamente cercando di ripartire in contropiede. Al minuto 77′ i nerazzurri acciuffano il paeggio con l’ex Barella, che al volo fa un gran goal per battere Cragno. Pochi minuti dopo l’Inter trova il goal del vantaggio con D’Ambrosio appena entrato per l’infortunato Hakimi, battendo Cragno di testa da pochi passi. A chiudere la gara ci ha pensato Lukaku al 94′ in contropiede superando Cragno, che era salito in area avversaria per un corner, e mettendo dentro a porta vuota. Cagliari largamente assente in questo secondo tempo.


Cagliari-Inter 1-3, il tabellino

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Faragò (68′ Klavan), Walukiewicz, Carboni (89′ Simeone), Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil (68′ Nandez); Pavoletti (75′ Cerri). A disposizione: Aresti, Caligara, Ceppitelli, Oliva, Pinna, Pisacane, Tramoni, Vicario. Allenatore: Di Francesco

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (72′ Lautaro); Darmian (58′ Young), Barella, Brozovic, Eriksen (58′ Sensi), Perisic (45′ Hakimi [83′ D’Ambrosio]); Lukaku, Sanchez. A disposizione: Gagliardini, Kolarov, Padelli, Radu, Ranocchia. Allenatore: Conte

GOL: 42′ Sottil (C), 77′ Barella (I), 84′ D’Ambrosio (I), 94′ Lukaku (I)

AMMONITI: 10′ Faragò (C), 16′ Darmian (I), 71′ Pavoletti (C)

ESPULSI:


Cagliari-Inter 1-3, cronaca in diretta e sintesi

95′ FINE SECONDO TEMPO: Nella seconda frazione l’Inter entra in campo con la determinazione giusta per ribaltare la gara, anche grazie ai numerosi cambi effettuati da Antonio Conte. Nei primi 15 minuti l’Inter continua a non sfruttare le occasioni create come nel primo tempo e il Cagliari si difende egregiamente cercando di ripartire in contropiede. Al minuto 77′ i nerazzurri acciuffano il paeggio con l’ex Barella, che al volo fa un gran goal per battere Cragno. Pochi minuti dopo l’Inter trova il goal del vantaggio con D’Ambrosio appena entrato per l’infortunato Hakimi, battendo Cragno di testa da pochi passi. A chiudere la gara ci ha pensato Lukaku al 94′ in contropiede superando Cragno, che era salito in area avversaria per un corner, e mettendo dentro a porta vuota. Cagliari largamente assente in questo secondo tempo.

94′ GOAL INTER – Contropiede dell’Inter sugli sviluppi di un corner per il Cagliari in cui era presente Cragno in area. Nella ripartenza palla a Lukaku che punta Cragno ancora a centrocampo, mentre rientrava in porta, che non può nulla sulla velocità dell’interista. Lukaku indisturbato giunge da solo in area e chiude il match.

90′ – L’arbitro concede 5 minuti di recupero.

89′ – Dentro Simeone al posto di Carboni.

84′ GOAL INTER – Appena entrato D’Ambrosio sbuca sul secondo palo, dove è preciso il cross di Barella, battendo l’inesorabile Cragno da pochi passi.

83′ – Conte decide di togliere il subentrato Hakimi per fare posto a D’Ambosio. Problemi alla caviglia per lui.

82′ – Squadre lunghe che cercano lo spunto giusto per trovare la via del goal che varrebbe il vantaggio.

77′ GOAL INTER – Sugli sviluppi di calcio d’angolo, Cragno respinge con i pugni al limite dell’area. Sulla palla si avventa Barella che al volo scarica il destro in porta.

76′ – Joao Pedro conclude in porta dopo un comodo assist di Cerri, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco.

75′ – Cambio nel Cagliari, esce Pavoletti ed entra Cerri.

72′ – Conte inserisce Lautaro Martinez, a lasciargli il posto è Bastoni.

71′ – Pavoletti entra in ritardo su Bastoni, giallo per il rossoblù.

68′ – Finisce la partita di Sottil al suo posto entra Nandez, fuori anche Faragò e dentro Klavan.

67′ – Sensi si inserisce bene sul cross di Hakimi ma colpisce male e calcia alto.

64′ – Duro scontro testa contro testa tra Rog e Barella, gioco immediatamente interrotto e giocatori a terra.

59′ – Young appena entrato prova a impensierire Cragno, l’estremo difensore si allunga e devia in calcio d’angolo.

58′ – Doppio cambio nell’Inter, escono Eriksen e Darmian per fare posto a Sensi e Young.

55′ – Lykogiannis dal fondo prova a mettere in mezzo un cross deviato da Skriniar, comoda parata di Handanovic sulla linea di porta.

50′ OCCASIONE INTER – Darmian mette in mezzo l’ennesimo cross su cui giunge Skriniar, il difensore colpisce al volo ma manda sul fondo.

45′ – Pasqua fischia l’inizio del secondo tempo, Hakimi ha preso il posto di Perisic.

FINE PRIMO TEMPO: Prima frazione in cui l’Inter è stata padrona del campo per larghissimi tratti. La formazione di Conte spreca una quantita innumerevole di occasioni anche grazie ad un super Alessio Cragno che ha sventato tutte le miancce giunte dalle sue parti. Al minuto 42′ il Cagliari si affaccia dalle parti di Handanovic trovando la rete con la prima conclusione in porta, a segno il numero 33 Sottil con un pregevole goal al volo.

45′ OCCASIONE CAGLIARI – Zappa mette un cross rasoterra al bacio su cui arriva Pavoletti in spaccata. L’attaccante colpisce in maniera sporca e da pochi passi manda fuori.

42′ GOAL CAGLIARI – Sottil calcia rasoterra dal limite dopo la sponda di Pavoletti, sulla conclusione si immola Skriniar che devia e alza la palla a campanile. Sulla respinta si fionda lo stesso Sottil che al volo incrocia con il mancino e fredda Handanovic.

39′ – Pavoletti a terra per uno scontro con De Vrij, gioco fermo.

38′ OCCASIONE INTER – Darmian mette in mezzo un buon cross su cui si fionda Barella in mezza rovesciata, la palla si spegne a lato.

34′ – Gioco fermo per soccorsi a Barella travolto da Rog su un contrasto in cui il croato prende prima la palla.

33′ – De Vrij devia in angolo un cross pericoloso anticipando il ben posizionato Pavoletti.

30′ – L’Inter continua a spingere alla ricerca del goal del vantaggio, il Cagliari costretto nella propria metà campo.

24′ OCCASIONE INTER – Mischia in area rossoblù da cui esce vincente Sanchez, il cileno conclude con un diagonale destro ma trova ancora Cragno a chiudere la porta con un grande intervento.

23′ – Rog porta palla dal centrocampo verso l’area giungendo in zona tiro, la sua conclusione debole si spegne sul fondo.

16′ – Darmian in ritardo su Sottil lo stende, giallo anche per lui.

15′ OCCASIONE INTER – I nerazzurri spingono forte sull’acceleratore. Darmian pesca Sanchez in area che di testa gira verso la porta, ma Cragno per l’ennesima volta è super.

14 ‘ ANCORA INTER – Lukaku servito da Sanchez, il 9 lascia partire un potente diagonale che trova ancora la risposta di Cragno.

12′ OCCASIONE INTER – Eriksen sta salendo in cattedra. Cross a mezza altezza per Bastoni che al volo manda di poco alto sopra la traversa.

10′ – Faragò viene inserito nella lista dei cattivi, primo giallo del match.

10′ OCCASIONE INTER – Eriksen aproffitta di un errore della difesa e serve Lukaku da solo a centro area, il belga calcia a botta sicura ma trova una super risposta di Cragno. Sulla respinta si avventa Eriksen ma ancora Cragno a dire no.

9′ – Pavoletti prova il tiro ad incrociare dopo un bello stop in area, la difesa devia in angolo.

5′ – Le squadre sono partite in tranquillità e si studiano a centrocampo.

2′ – Joao Pedro messo giù al limite dell’area da Brozovic, per Pasqua tutto regolare.

1′ – Pasqua fischia l’inizio del match, partiti!

Squadre in campo per l’inno della Serie A e il minuto di raccoglimento in memoria di Paolo Rossi.


Cagliari-Inter, le formazioni ufficiali

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Faragò, Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti. A disposizione: Aresti, Caligara, Ceppitelli, Cerri, Klavan, Oliva, Pinna, Pisacane, Simeone, Tramoni, Nandez, Vicario. Allenatore: Di Francesco

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Sanchez. A disposizione: D’Ambrosio, Gagliardini, Hakimi, Kolarov, Lautaro Martinez, Padelli, Young, Radu, Ranocchia, Sensi. Allenatore: Conte


Probabili formazioni

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Faragò, Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Gagliardini, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Sanchez.


Cagliari-Inter, la vigilia dei due tecnici

DI FRANCESCO – «L’aspetto mentale dell’Inter mi interessa relativamente. Noi dobbiamo pensare innanzitutto alla nostra crescita sapendo che davanti abbiamo davanti una squadra forte che ha voglia di rifarsi. Attenzione però: anche noi abbiamo la stessa voglia, vogliamo prenderci quei punti lasciati per strada e fare una gran partita. La cosa fondamentale che dà vantaggio è dare identità alla mia squadra, dare forza a quello che stiamo facendo. Dobbiamo ragionare di squadra, rimanendo compatti al di là di chi scenderà in campo le sensazioni sono positive perché danno tutti tanto in allenamento. La nostra arma è lavorare insieme e leggere bene le partite. L’unica pecca di questa gara è l’assenza del pubblico, ci avrebbe dato una grande mano. Avremmo avuto il dodicesimo uomo in campo».

CONTE – «Mi aspetto una gara tosta e difficile, contro di loro lo è sempre. Dobbiamo essere bravi ad avere il giusto approccio dall’inizio. L’uscita dalla Champions è stata dolorosa per me e per i calciatori. Ci credevamo ed è dispiaciuto uscire così. Ora rialziamo la testa, il morale non è alle stelle perché è giusto che ci sia dolore, ma sappiamo che bisogna affrontare subito la prossima gara nel miglior modo».


I precedenti del match

LE PRIME VITTORIE –  Il primo successo dei sardi risale alla stagione 1967/68, quando i goal di Boninsegna, Greatti e Riva permisero al Cagliaridi ribaltare il doppio vantaggio nerazzurro firmato Cappellini. Rombo di tuono di nuovo decisivo nell’incrocio seguente, quando con una sua rete regalò i due punti agli isolani. Nel 1969/70 il teatro di Cagliari-Inter divenne il nuovo Sant’Elia, con il match che terminò 1-1: alla rete di Suarez rispose Nenè. Nel 1971/72 una nuova vittoria rossoblù: in svantaggio per il goal dell’ex Boninsegna, i sardi ribaltarono il risultato grazie alle reti di Brugnera e del solito Riva.

DAI ’90 AD OGGI – Dopo circa vent’anni senza vittoria per il Cagliari, l’astinenza si interruppe nella stagione 93/94 grazie all’1-0 firmato Dely Valdes. La quinta vittoria è arrivata nel 2009, quando il Cagliari di Allegri si impose al Sant’Elia per 2-1 grazie ai goal di Acquafresca e Cossu che rimontarono il vantaggio firmato Ibrahimovic. L’ultimo successo isolano è del 2012/13: in esilio al Nereo Rocco di Trieste, gli uomini di Pulga sconfissero i nerazzurri di Mazzarri per 2-0 con una doppietta di Mauricio Pinilla. L’ultimo successo isolano è arrivato nel marzo 2019 grazie ad un autogol di Perisic, pareggio di Lautaro Martinez e gol vittoria di Pavoletti. L’ultimo faccia a faccia invece ha portato i tre punti ai milanesi: passati in vantaggio con Lautaro Martinez (che ha nel Cagliari la sua vittima preferita in Serie A), i nerazzurri si fanno recuperare dal goal di testa di Joao Pedro. Il sigillo sulla partita è di Lukaku che su rigore realizza il definitivo goal del 2-1.


L’arbitro del match

L’Associazione Italiana Arbitri ha reso note le designazioni arbitrali relative all’undicesima giornata del campionato di Serie ACagliari-Inter, partita in programma domenica alle 12:30 alla Sardegna Arena, sarà diretta da Fabrizio Pasqua della sezione arbitrale di Tivoli. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Bindoni di Venezia e Raspollini di Livorno. Quarto ufficiale del match sarà Marinelli di Tivoli. In qualità di Var e Avar sono stati designati Doveri e Giallatini.

I PRECEDENTI – Il fischietto laziale ha già diretto in 13 occasioni una gara del Cagliari. Si contano sei vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte dei rossoblu. I primi incroci nel torneo di Serie B del 2015/16: tre vittorie (contro Cesena e Bari al Sant’Elia, contro lo Spezia in Liguria) ed un pareggio (il 2-2 in extremis di Trapani). In Serie A si registrano le vittorie contro l’Atalanta nel 2017/18 (1-2 con reti di Pavoletti e Padoin), contro il Bologna nella stagione seguente (2-0 a firma di Joao Pedro e Castro) e contro il Parma dello scorso settembre (doppietta di Ceppitelli e gol di Simeone). Lo scorso 25 Luglio, CagliariUdinese terminata con il punteggio di 1-0 per i friulani con rete di Okaka. L’ultimo incrocio dell’arbitro Pasqua con i rossoblù risale alla recente partita contro l‘Atalanta quando i Bergamaschi hanno spazzato via i sardi per 5-2.


Cagliari-Inter, diretta streaming e TV: dove vederla

L’incontro tra Cagliari Inter rientra tra gli incontri di giornata che verranno trasmessi da DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. La gara dello stadio Sardegna Arena sarà trasmessa alle 12:30 in diretta tv anche sul canale 209 di Sky. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma DAZN, disponibile per pc, smartphone e tablet e TIM Vision.

Advertisement