Cagliari, i prestiti in cerca di riscatto

miangue cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Tanti giocatori del Cagliari sono in prestito in giro per l’Italia e all’estero. I rossoblù sono alla ricerca del giusto riscatto per la loro carriera

Ci sono 11 giocatori del Cagliari in giro per l’Italia e all’estero. Per permettere loro di riscattarsi e crescere calcisticamente, per diversi rossoblù è stata intrapresa la strada del prestito. Abbandonare la casa madre alla ricerca di un qualcosa in più, spesso è necessario per poi (magari) tornare nel Club di appartenenza e conquistare la maglia da titolare. È stato questo il destino di Ceter, Bradaric, Ladinetti, Marigosu, Gagliano, Lella, Biancu, Miangue, Farias, Deiola e Despodov. Come sottolinea anche L’Unione Sarda di oggi, sono tutti ragazzi che devono giocarsi al meglio le loro carte per poter tornare a brillare con la casacca cagliaritana.

CETER AL PESCARA – Il colombiano Damir Ceter è stato girato in prestito al Pescara dove ha già conquistato 4 presenze e due gol. Il classe ’97 sogna di poter tornare in Sardegna per giocare con continuità con il Cagliari Calcio, dove ancora non è riuscito a farsi notare. Nel suo palmares, da quando è sbarcato in terra sarda, ci sono le esperienze (sempre in prestito) all’Olbia con 11 marcature in 33 presenze e al Chievo con soli due centri in 23 gare disputate.

DEIOLA E FARIAS ALLO SPEZIA – Due giocatori che hanno avuto modo di giocare anche in Serie A con il Cagliari sono Alessandro Deiola e Diego Farias. Per i due, che già diverse volte hanno dovuto fare le valigie ed allontanarsi dall’isola, quest’anno si è aperto il capitolo Spezia. Sarà la giusta occasione per convincere mister Di Francesco e la società del loro valore? Attualmente il centrocampista sardo ha timbrato il cartellino tre volte, mentre il brasiliano quattro, coronate anche da una rete.

I GIOVANI ALL’OLBIA – Alcuni rossoblù, i più giovani, sono passati nella seconda squadra più importante della Sardegna: l’Olbia. Tra questi calciatori arrivati in Gallura ci sono Luca Gagliano, Nunzio Lella, Federico Marigosu, Riccardo Ladinetti e Roberto Biancu. Per loro il Club del nord dell’isola potrebbe essere un vero e proprio trampolino di lancio, l’inizio di qualcosa di più grande. Giocarsi bene le proprie carte ora vorrebbe dire avere la strada spianata nel prossimo futuro.

I ROSSOBLÙ ALL’ESTERO – Le avventure di riscatto non sono solo italiane. Senna Miangue, Kiril Despodov e Filip Bradaric cercano la gloria all’estero. Per il primo si sono aperte le porte della squadra belga del Kas Eupen, dove è sceso in campo cinque volte. Despodov, invece, è tornato nella sua Bulgaria, al Ludogorets, dove è stato schierato dalla prima di campionato e anche in Europa League. Nel match di coppa è stato vittima di un infortunio che, al momento, lo tiene fermo ai box. Per Bradaric è cominciato il capitolo Al-Ain, compagine degli Emirati Arabi e dove ha guadagnato subito la maglia da titolare.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!