Cagliari, contro il Milan con un Barella in più

© foto www.imagephotoagency.it

A San Siro il Cagliari avrà nuovamente a disposizione Nicolò Barella, reduce dalla squalifica scontata e dallo stage con la Nazionale di Mancini

I tanti infortuni non aiutano il periodo negativo del Cagliari di Rolando Maran. Manca la vittoria, mancano i punti. Prestazioni, sfortuna, acciacchi di vario genere e prossimi avversari non lasciano dormire sonni tranquilli al tecnico rossoblù. L’unica buona notizia è rappresentata dal ritorno di Nicolò Barella, che festeggia oggi 22 anni. L’ammonizione rimediata contro il Sassuolo ha costretto il centrocampista a saltare la partita contro l’Atalanta e – al tempo stesso -gli ha permesso di partecipare allo stage con la Nazionale. A Coverciano, lunedì e martedì, il ct Mancini ha dovuto fare a meno di tutti i giocatori impegnati nei monday night (Frosinone-Lazio e Cagliari-Atalanta, appunto), ma ha potuto chiamare lo squalificato Barella. Una ventata d’aria azzurra che fa sempre bene, lontano dalla negatività che si è respirata alla Sardegna Arena dopo il triplice fischio. La due giorni di Coverciano potrebbe aver ridato al centrocampista la verve del suo momento migliore, coinciso in questa stagione proprio con la conquista della maglia da titolare della Nazionale. Terminato il calciomercato – e le conseguenti voci – Barella può tornare a concentrarsi unicamente sul Cagliari, a partire dalla partita di domenica sera di San Siro contro il Milan (qui come vederla). Le partenze degli amici Dessena e Sau gli hanno inoltre dato più responsabilità: ora è ufficialmente il vice-capitano. Leader tecnico lo è sempre stato, nonostante la giovane età. Adesso però c’è bisogno che torni a trascinare la squadra per farla risalire in classifica e allontanare un fantasma chiamato Serie B.